Zarco Ducati Pramac 2021
MotoGP News: ultime notizie sul Motomondiale

Zarco operato al braccio: ad Austin ci sarà. Ieri al via i test a Misano

Il pilota francese della Ducati Pramac è stato sottoposto ad un intervento per risolvere la sindrome compartimentale che lo ha afflitto negli ultimi Gran Premi. Le scuderie provano motori e telai del futuro sul circuito dedicato a Marco Simoncelli

La MotoGP ha ufficialmente salutato il mese di settembre con il Gran Premio di San Marino e della Riviera Romagnola. Una gara intensa, dominata dal nostro Pecco Bagnaia, che ha ridotto ulteriormente il distacco dalla leadership di Fabio Quartararo in classifica mondiale. Un duello che, probabilmente, andrà avanti ancora a lungo, per quanto il margine di distanza in favore del francese sia ancora piuttosto rassicurante. Ma il ducatista ha dato l’ennesima dimostrazione, qualora ce ne fosse bisogno, di essere in gioco per il titolo e di non voler mollare nulla fino alla fine. Nel frattempo, un altro centauro della Ducati, stavolta Pramac, ha dovuto alzare bandiera bianca dopo un inizio incoraggiante di stagione: Johann Zarco.

Il connazionale di Quartararo, infatti, era partito bene nel Motomondiale 2021, finendo per essere addirittura in vetta alla classifica per un paio di GP. Ma tappa dopo tappa le prestazioni di Zarco sono andate peggiorando e non solo per motivi legati alla moto o alla sua guida. Il problema principale è sorto qualche Gran Premio fa ed è il medesimo che ha afflitto diversi piloti in stagione: la sindrome compartimentale. Nel caso del transalpino si tratta del braccio sinistro, al quale è stato operato in Francia in giornata. Dalla clinica Aix en Provence fanno sapere che l’intervento è perfettamente riuscito.

Lo stesso Zarco ha confermato il buon esito dell’operazione attraverso un post sul suo profilo Instagram, che lo ritrae con l’avambraccio sinistro fasciato e un sorriso abbozzato per l’occasione. Il pilota della Ducati Pramac, dunque, è pronto al rientro, ma non lo farà subito, bensì nel GP delle Americhe, sul circuito di Austin. Il quarto della classifica generale, quindi, salterà il solo appuntamento del 3 ottobre, quando le moto sfrecceranno in Giappone, sul tracciato di Motegi. Nell’attesa di raggiungere il Sol Levante e di rivedere Zarco in pista, le scuderie si stanno dando un gran da fare in vista della stagione 2022.

Sono cominciati ieri, infatti, i test a Misano che servono ai vari team, ma soprattutto ai costruttori, per mettere a punto i telai e i motori che verranno utilizzati nel Motomondiale del prossimo anno. Un’occasione anche per i piloti per guidare i nuovissimi prototipi e capire come migliorarne le prestazioni. Molto a suo agio è sembrato Fabio Quartararo, che ha commentato così la prima giornata di test:

“L’obiettivo principale era quello di guidare la moto prototipo 2022 per la prima volta. L’unica cosa che posso dire è che la prima impressione è stata buona. Sono abbastanza contento e non vedo l’ora di tornare in sella”.

Zarco operato al braccio: ad Austin ci sarà. Ieri al via i test a Misano
To Top