Vettel Turchia 2021
F1 News: ultime notizie sulla Formula 1

Vettel, penalità ad Austin. Verstappen contro Netflix: “Simulano rivalità inesistenti”

Il pilota dell’Aston Martin sarà retrocesso in griglia di partenza. Da decidere se sarà sostituita la Power Unit o solo una tra la parte endotermica e quella elettrica, che comportano due tipi di sanzioni diverse. L’olandese si scaglia contro i produttori di Drive to Survive

La Formula 1 si appresta a tornare in pista per il GP delle Americhe. Si corre domenica alle ore 21:00 italiane sul circuito di Austin, che dovrebbe essere in ottime condizioni per disputare il Gran Premio. La sfida, ovviamente, sarà la solita: Hamilton contro Verstappen. Mercedes vuole rischiare il tutto per tutto per non perdere nessuno dei due mondiali e, probabilmente, darà il massimo nelle prossime tre gare con il motore che verrà sostituito nuovamente nei GP finali. Una tattica rischiosa, ma che potrebbe dare uno strappo alle classifiche costruttori e piloti. Grande attesa anche per la Ferrari, che potrà effettuare le qualifiche senza penalizzazioni per entrambi i piloti, a differenza di quanto visto in Turchia e Russia. Chi, invece, sarà costretto a retrocedere in griglia di partenza ad Austin è Sebastian Vettel.

Il tedesco dell’Aston Martin vuole riprendersi ciò che l’azzardo di Istanbul gli ha tolto. L’ex Ferrari, infatti, si è fermato ai box per montare gomma da asciutto in un momento in cui la pista era ancora percorribile solo con intermedia. Un rischio che non ha pagato e che lo ha fatto crollare in 18esima posizione dopo un giro sulle uova. Ma Vettel dovrà rincorrere il gruppo domenica per guadagnarsi quantomeno la zona punti. La scuderia inglese, in accordo con il pilota, ha deciso di cambiare qualcosa al proprio motore. Ma c’è ancora da capire che tipo di intervento verrà effettuato sulla monoposto verde.

Si era pensato inizialmente all’utilizzo della quarta power unit stagionale. Se davvero tutta l’unità motrice fosse cambiata, allora Vettel dovrebbe partire dal fondo dello schieramento. Ma c’è possibilità che ad essere sostituita sia solo la parte endotermica o quella elettrica, il che comporterebbe una penalizzazione di 10 posizioni per il tedesco, un po’ come successo ad Hamilton in Turchia due settimane fa. Si attende la decisione definitiva di Aston Martin, che, comunque vada, qualche intervento sulla monoposto del quattro volte campione del mondo lo farà.

Nell’attesa di capire che ne sarà di Vettel ad Austin, fa parlare di sé anche Max Verstappen. Non si tratta di questioni di pista stavolta, ma di cose al di fuori delle gare. L’olandese, infatti, si è scagliato contro Netflix in queste ore, negandosi alle riprese della serie “Drive to Survive”. La motivazione? Ce la spiega il pilota della Red Bull:

“Capisco che debba essere fatto per aumentare la popolarità (della Formula 1, ndr) in America ma da parte mia, come pilota, non mi piace farne parte. Hanno simulato alcune rivalità che in realtà non esistono. Così ho deciso di non farne parte e non ho più rilasciato interviste, perché poi non c’è niente da mostrare. Non sono il tipo di persona che fa spettacolo. Voglio solo che si vedano fatti e cose reali”.

Vettel, penalità ad Austin. Verstappen contro Netflix: “Simulano rivalità inesistenti”
To Top