Tuscan GP
F1 News: ultime notizie sulla Formula 1

Tuscan GP, vince Hamilton, poi Bottas e Albon. Ferrari a punti ma lontane

L’inglese trionfa in una gara pazza al Mugello, con tre partenze da fermo. Secondo Bottas, primo podio per Albon. Leclerc illude al via, ma chiude ottavo. Decimo Vettel. Al traguardo arrivano solo 12 vetture

Una gara a eliminazione. Tre ripartenze da fermo per un Tuscan GP che sembrava non volesse finire mai. Alla fine la spunta Hamilton, che fa 90 vittorie in carriera, a meno uno da Schumacher. Alla partenza, l’inglese si fa beffare da Bottas. Ottimo lo spunto di Leclerc, che illude e piazza la Ferrari in terza posizione. In curva due accade di tutto. Sainz si tocca con Stroll e finisce in testacoda. Vettel non riesce a evitare l’impatto e danneggia l’ala anteriore. Alle loro spalle, Raikkonen si tocca con Gasly, che a sua volta finisce contro Grosjean. Il finlandese dell’Alfa Romeo perde il controllo della macchina e tampona Verstappen, finito nelle retrovie dopo aver perso potenza al via.

Risultato: Tuscan GP finito per l’olandese della Red Bull e per il vincitore di Monza su Alpha Tauri. Raikkonen e Grosjean ripartono e approfittano della Safety Car per entrare ai box. Stessa cosa fa Vettel per sostituire l’alettone anteriore. Alla ripartenza, però, altro colpo di scena. Bottas attende quasi la linea del traguardo per ripartire. Dietro, Latifi accelera ingannando Giovinazzi. Il pilota della Williams riesce ad evitare Magnussen, che aveva rallentato, dato che la gara non era ancora ripresa. Non può nulla, invece, l’italiano dell’Alfa Romeo che impatta su Haas e Williams, alla pari di Carlos Sainz alle loro spalle. Bandiera rossa e tutti ai box. Nell’attesa del nuovo via, si ritira Ocon per surriscaldamento ai freni. Alla ripartenza da fermo, Hamilton supera Bottas, mentre Leclerc resiste agli attacchi di Stroll, ma dura poco.

Appena possibile l’uso del DRS, la Racing Point svernicia la Ferrari del monegasco. Stessa cosa fanno in rapida successione Ricciardo, Albon e Perez. Leclerc si ferma per montare gomma dura, ma la musica non cambia. Addirittura sarà costretto a un ulteriore pit stop per montare pneumatici medi. Le Rosse sono all’inseguimento della zona punti nel loro millesimo GP. Davanti, Bottas crolla improvvisamente nelle prestazioni e rientra per montare gomma hard. Un giro dopo si ferma anche Hamilton. Stroll, invece, ingaggia la lotta con Ricciardo per il podio. Sul più bello, però, la sua Racing Point incappa in una foratura all’arrabbiata 2. Impatto contro le barriere violento ma senza conseguenze. Altra bandiera rossa nel Tuscan GP. Tutti montano gomme soft, mentre Raikkonen viene penalizzato di 5 secondi per essere rientrato ai box con una manovra azzardata.

Il Tuscan GP riparte dalla griglia per la terza volta, con sole 12 macchine al via. Bottas viene attaccato e sorpassato da Ricciardo in seconda posizione. Passa qualche giro e il finlandese restituisce il favore al pilota Renault, che viene sorpassato anche da Albon. L’anglo-thailandese conquista così il suo primo podio in carriera. Male le Ferrari, che prima si fanno superare da Grosjean, salvo poi riprendersi le posizioni. Poi non riescono a seminare Russell, che per poco non entra in zona punti. Leclerc chiude ottavo, sfruttando la penalità di Raikkonen, mentre Vettel finisce decimo, alle spalle dell’Alfa Romeo. Hamilton vince davanti a Bottas e Albon. Quarto Ricciardo, quinto Perez, sesto Norris, settimo Kvyat.

Tuscan GP, vince Hamilton, poi Bottas e Albon. Ferrari a punti ma lontane
To Top