Test Portimao
MotoGP News: ultime notizie sul Motomondiale

Test Portimao, non ci saranno solo i collaudatori. Pronti, tra gli altri, Rossi e Dovizioso

Sul circuito portoghese gireranno sia il Dottore che il pilota Ducati. Assieme a loro anche Vinales, Bagnaia, Miller, Mir e i piloti KTM, ad eccezione di Leucona. Assenti i due Petronas, Petrucci e Rins

La MotoGP è ancora ai box dopo la tripletta formata dalla doppia tappa a Misano e il GP di Catalogna. Una settimana di attesa per poi rifiondarsi in pista a Le Mans. Chi sicuramente cercherà di ottenere la vittoria sarà proprio il francese Fabio Quartararo. Sul circuito di casa, El Diablo avrà una grande chance per allungare ulteriormente in classifica sugli avversari e consolidare la leadership nel mondiale piloti. Proprio Quartararo, però, sarà tra i grandi assenti per i Test che si svolgeranno sulla nuova entrata pista di Portimao, in Portogallo. Insieme al transalpino, mancherà anche l’altro pilota di Yamaha Petronas, Franco Morbidelli.

Chi crede che i test siano riservati solo ai collaudatori si sbaglia di grosso. Certo a loro spetterà il compito di svolgere tutte le prove indicate dai rispettivi team con le MotoGP. Quindi sarà l’occasione per rivedere all’opera piloti come Bradley Smith, per Aprilia, Jorge Lorenzo, per Yamaha, e Daniel Pedrosa, per KTM. Chissà che i due spagnoli non diano spettacolo il 7 e l’8 ottobre in Portogallo, magari riproponendo un piccolo duello per vedere chi otterrà il miglior tempo. Come quando si giocavano la pole position nel Motomondiale. Da segnalare la presenza, sempre tra i collaudatori, anche di Lorenzo Salvadori per Aprilia.

Ma come detto poco fa, ai test parteciperanno anche piloti dell’attuale campionato. Ad eccezione dei centauri del team Petronas, infatti, hanno accettato l’invito gli altri due piloti Yamaha, quelli della squadra ufficiale. Ovviamente, parliamo di Valentino Rossi e Maverick Vinales. Non solo loro. In Ducati, infatti, hanno deciso di aderire ai test Andrea Dovizioso, unico pilota per il team factory, Pecco Bagnaia e Jack Miller, per Pramac, e Johann Zarco, per Avintia. Assente Danilo Petrucci. Per Honda, invece, ci saranno Nakagam e Alex Marquez. Uno solo il pilota Suzuki, ossia Joan Mir, mentre KTM potrà contare su Brad Binder, Pol Espargarò e il centauro di Tech-3, nonché padrone di casa, Miguel Oliveira.

Due piccole curiosità riguardo la partecipazione dei piloti ufficiali ai test di Portimao. La prima è relativa al regolamento. I centauri che corrono nell’attuale Motomondiale, infatti, non potranno utilizzare sul circuito portoghese le proprie MotoGP. Bensì saranno costretti a girare in pista con moto di serie appartenenti alle relative scuderie per le quali corrono nel campionato del mondo. La seconda curiosità, invece, riguarda le conseguenze che questo regolamento hanno su KTM. La squadra austriaca, infatti, non ha nel listino nessuna supersportiva. Una mancanza che non impedirà ai piloti di poter effettuare i test, ma dovranno farlo scegliendo una moto appartenente a un marchio concorrente. Casualmente, per modo di dire, Pol Espargarò girerà su una Honda.

Test Portimao, non ci saranno solo i collaudatori. Pronti, tra gli altri, Rossi e Dovizioso
To Top