Teruel GP
MotoGP News: ultime notizie sul Motomondiale

Teruel GP, fantastico Morbidelli: vince davanti alle Suzuki. Male Dovizioso

Il pilota italiano trionfa davanti a Rins e Mir. Quarto Pol Espargarò. Attardato Dovizioso (13esimo). In Moto 2 vince Lowes, con Di Giannantonio secondo e Bastianini terzo. In Moto 3 Masia concede il bis, quarto Vietti.

Sventola alto il tricolore in una domenica perfetta per Franco Morbidelli. Il pilota della Yamaha Petronas trionfa nel Teruel GP, precedendo sul traguardo le due Suzuki. Rispettivamente quella di Alex Rins e di Joan Mir, sempre più in testa al mondiale. Ma andiamo con ordine. Al via succede di tutto nelle prime due curve. Prima si tamponano Brad Binder e Jack Miller, entrambi a terra. Poi, dopo l’ottimo scatto al via dalla pole position e le spallate con Morbidelli, Takaaki Nakagami perde il posteriore della sua Honda HRC e finisce fuori dalla gara. Ottimo lo scatto delle due Suzuki, specialmente quello di Mir, ritrovatosi nelle prime posizioni dalla dodicesima casella in griglia. Parte bene anche Johann Zarco su Avintia. Male, invece, le Ducati ufficiali, costrette a inseguire.

Con la caduta di Nakagami, Morbidelli si ritrova in prima posizione con pista libera. L’italiano cerca da subito di fare la differenza, ma alle sue spalle Rins prova a non mollare la coda della Yamaha Petronas. Dietro il duo di testa faticano a tenere il ritmo. Risale bene Alex Marquez, che segue a ruota Mir e Maverick Vinales. Sul più bello, però, il pilota della Honda finisce a terra, buttando al vento l’ennesima ottima gara in questa fase del Motomondiale. Mir recupera e sopravanza Zarco, mettendosi lui all’inseguimento della coppia Morbidelli-Rins. Non riuscirà, però, a recuperare i due secondi e mezzo di distacco dalla vetta. Alle sue spalle Fabio Quartararo e Vinales entrano in difficoltà con le gomme e vengono risucchiati a centro gruppo. Chiuderanno ottavo e settimo rispettivamente.

Risale, per un momento, Dovizioso che, con uno scatto d’orgoglio, riesce ad arrivare fino alla coda di Quartararo in nona posizione. Poi, però, la moto non riesce a dare più il giusto ritmo e cala fino alla tredicesima piazza, nonostante il ritiro di Aleix Espargaro per un problema tecnico alla sua Aprilia. Bene, invece, le KTM, sia ufficiali che Tech3. Pol Espargarò recupera fino alla quarta posizione, mentre Oliveira e Lecuona scalano la classifica fino a chiudere sesto e nono. Davanti continua il duello sul filo dei millesimi tra Morbidelli e Rins. L’italiano, però, non vuole farsi scappare la possibilità di vincere il Teruel GP e, negli ultimi quattro giri, dà lo strappo decisivo.

Le gomme iniziano a cedere per tutti, ma il centauro della Yamaha Petronas sembra guidare sul velluto, riuscendo a mettere tra sè e Rins quasi un secondo e mezzo. Il Teruel GP non può più sfuggirgli. Franco Morbidelli vince la seconda tappa di Aragon e riapre il suo discorso con il Motomondiale, essendo a -25 da Mir a tre gare dalla fine. Completano il podio Rins e proprio il leader della classifica, terzo da dodicesimo. Bene Zarco, quinto. Decimo Petrucci, Dovizioso tredicesimo. Ritiro per Pecco Bagnaia, a causa di una perdita di potenza sulla sua Ducati Pramac. In Moto 2 vince Lowes, nuovo padrone del mondiale, davanti al duo italiano Di Giannantonio-Bastianini. In Moto 3, Masia centra il bis. Quinto Celestino Vietti.

Teruel GP, fantastico Morbidelli: vince davanti alle Suzuki. Male Dovizioso
To Top