Jorge Martin StyrianGP 2021
MotoGP News: ultime notizie sul Motomondiale

Styrian GP, trionfa Martin. Errore di gomma per Bagnaia, decimo

Nel primo dei due Gran Premi in Austria, lo spagnolo della Pramac domina la gara e vince davanti a Mir e Quartararo. Quarto Nakagami. Bandiera rossa dopo due giri per un incidente tra Pedrosa e Savadori. In Moto 2 trionfa Bezzecchi, in Moto 3 Acosta

Finalmente la MotoGP è tornata a darsi battaglia in pista con il primo dei due appuntamenti sul Red Bull Ring: lo Styrian GP. A vincere è stato Jorge Martìn, autore di una gara in testa dal primo all’ultimo giro. Nel primo start, lo spagnolo della Pramac è stato beffato da Pecco Bagnaia, messosi a guidare il GP, seguito proprio dal rookie e dalla Suzuki di Mir. Ma non passano che due giri che arriva la bandiera rossa. In uscita da curva 3, Daniel Pedrosa, tornato in pista per questo gran premio, scivola e la sua moto viene presa in pieno dall’Aprilia di Lorenzo Savadori. Fiamme sul circuito ma solo grande spavento per i due piloti, entrambi quasi del tutto illesi. L’italiano ha avuto un problema alla caviglia e il team ha deciso di non schierarlo al nuovo via.

Regolarmente in pista per il restart dello Styrian GP, invece, Pedrosa, che sarà autore di una grande gara, chiusa all’undicesimo posto. Alla ripartenza, però, altro colpo di scena: la Yamaha di Vinales si spegne poco prima del giro di allineamento, costringendolo a partire dalla pit-lane. Lo spagnolo andrà anche incontro a un long lap penalty a causa dei troppi passaggi oltre i track limits. Stessa sorte toccherà anche ad Enea Bastianini. Al nuovo via, Bagnaia cambia le gomme, passando alla hard al posteriore dalla soft. Lo pneumatico, però, tradirà il ducatista già dalla griglia, dato che perde rapidamente numerose posizioni arretrando fino all’undicesima. Chiuderà decimo.

Bene, invece, lo scatto di Jack Miller, che si mette in testa allo Styrian GP per qualche giro, inseguito e superato presto da Martìn e Mir, mentre sarà bella la battaglia con Quartararo, durante la quale finirà nel ghiaione a poche tornate dalla bandiera a scacchi. Da segnalare le due sportellate di Marc Marquez ad Aleix Espargarò in entrambe le partenze in curva 1. Il pilota dell’Aprilia, poi, sarà costretto al ritiro. Davanti, Mir è l’unico a tenere il passo di Martìn, grazie all’holeshot posteriore portato da Suzuki per questa gara. Leggermente attardato, invece, Alex Rins, che chiuderà al settimo posto. Il duello, però, sarà solamente a distanza, dato che lo spagnolo della Pramac riesce ad allungare nel finale e a vincere il GP con merito, davanti a Mir e Quartararo.

Un terzo posto nello Styrian GP che vale oro per la classifica del francese. Bene anche Nakagami, quarto, e Binder, quinto. Zarco, invece, si lascia beffare dal giapponese e dall’australiano proprio nelle battute finali, chiudendo sesto. Ottime notizie per l’Italia arrivano dalla Moto 2, con la vittoria di Marco Bezzecchi, davanti a Canet e Fernandez. Si riapre così la corsa del pilota azzurro per la vittoria del mondiale. In Moto 3, invece, è vittoria nel finale per Acosta, che ha preceduto sul traguardo Garcia e il nostro Romano Fenati, terzo. Si replica la prossima settimana sul Red Bull Ring con il GP d’Austria.

Styrian GP, trionfa Martin. Errore di gomma per Bagnaia, decimo
To Top