MotoGP News: ultime notizie sul Motomondiale

Spagna alla conquista del calendario di MotoGP 2020 e della Suzuki

Ben 7 gare su 12 potrebbero corrersi in terra iberica, tra Jerez, Valencia e Barcellona. Intanto, Brivio crede di poter aprire un ciclo vincente in Suzuki, con la coppia spagnola Mir-Rins

Il Coronavirus sta costringendo tutti a riprogrammare le proprie agende. Comprese quelle del mondo dello sport. Vedasi la MotoGP che deve fare i conti con il nuovo calendario e il mercato piloti. In entrambi i sensi la Spagna potrebbe essere la vera protagonista della stagione. Partiamo dal calendario 2020. Il mondo delle due ruote potrebbe adeguarsi al modello della Formula 1, per quanto ancora non ci sia un protocollo sanitario definito.

L’obiettivo, comunque, resta quello della sicurezza, per ridurre al minimo il rischio di nuovi contagi. Ecco, allora, che la MotoGP pensa alla soluzione dei colleghi delle quattro ruote. Doppie tappe su alcuni circuiti per evitare frequenti spostamenti di tutti gli addetti ai lavori. In questo senso, la Spagna potrebbe farla da padrona. Nel calendario studiato da Dorna compaiono al momento 12 Gran Premi complessivi. La possibilità di fare tappe extra europee, forse, ci sarà a fine anno. Le più papabili restano Giappone, Malesia o Qatar.

La cosa certa è che tutte le corse saranno disputate a porte chiuse. Di queste 12 gare, al momento, ben 7 sono previste in Spagna. Nel dettaglio: due a Jerez de la Frontera, due a Valencia e una a Barcellona. Le altre doppiette, invece sono previste al Red Bull Ring dell’Austria e sul circuito di Misano Adriatico. È chiaramente un calendario di emergenza, che serve a evitare che le 1300 persone coinvolte in ogni GP possano spostarsi troppo di frequente.

In attesa del calendario definitivo, però, si lavora anche sulla formazione delle coppie del futuro. Una di queste è stata appena confermata. Parliamo del team Suzuki, che ha rinnovato da poco il contratto a Joan Mir. Lo spagnolo farà ancora coppia con il connazionale Alex Rins. La Spagna, dunque, ha conquistato anche il costruttore giapponese, per la soddisfazione del Team Principal Davide Brivio. L’ingegnere italiano, infatti, crede nella possibilità di aprire un ciclo duraturo e vincente con i due piloti, come ammesso a Sky Sport:

“Spero che questa squadra sia la più forte da quando siamo tornati in MotoGP, penso che potremo aprire un ciclo e aspirare a risultati importanti sapendo che gli avversari sono forti. Abbiamo una grande coppia di piloti, non vedo perché non possano lottare con i più forti. Sarà il tempo a dirlo, di sicuro Joan ha il potenziale per competere con Alex e quello che eravamo molto curiosi di vedere in questo 2020 è la competizione tra i due. Per noi loro sono due numeri uno”

Spagna alla conquista del calendario di MotoGP 2020 e della Suzuki
To Top