Valentino Rossi 2021
MotoGP News: ultime notizie sul Motomondiale

Rossi: “In paranoia pensando a Valencia”. C’è la bozza del calendario 2022

Il pilota di Tavullia non riesce ancora a somatizzare la fine della sua carriera in MotoGP, dicendosi non preparato a quello che succederà dopo l’ultima gara dell’anno. Prime indiscrezioni sui GP che comporranno il prossimo Motomondiale

La MotoGP si riposerà un’altra settimana in attesa di tornare in Italia per il secondo appuntamento dell’anno a Misano. Qui, infatti, si correrà il Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia Romagna. Una gara attesissima dagli appassionati, che potranno entrare all’autodromo in 35mila, invece che 25mila come nel primo GP sul circuito Marco Simoncelli. Può essere anche la corsa svolta del Motomondiale 2021, dato che sono iniziati i calcoli su come Fabio Quartararo possa avere un potenziale match point già in Riviera. Ma chi vorrà dare filo da torcere al francese è il nostro Pecco Bagnaia, praticamente l’unico che può ancora riaprire il discorso iridato. Ma quello di Misano sarà anche l’ultimo GP italiano in moto per Valentino Rossi.

I fans stanno pensando già a qualche manifestazione ad hoc per salutare il Dottore, il quale, come noto, si ritirerà a fine anno dalla MotoGP. La sua carriera continuerà sulle quattro ruote. Il motivo dell’addio è noto: Rossi diventerà presto padre di una meravigliosa bambina ed è plausibile che, data anche l’età, voglia non più correre eccessivi rischi. Godersi la famiglia, quindi, diventa il primo obiettivo del nove volte campione del mondo. Eppure, quando gli si chiede se si senta pronto al passo d’addio alle corse in moto, il pilota di Tavullia risponde sempre di no, come in una recente intervista:

“Sono entrato in paranoia pensando a Valencia. Penso di non essere preparato per il momento in cui smetterò di essere un pilota di MotoGP. Quando ho annunciato il mio ritiro in Austria, non ero particolarmente condizionato dalle mie parole. Però adesso è diverso, ho realizzato che la mia vita sta per cambiare. Sono quindici anni che si parla del mio ritiro, ma non mi ero mai preoccupato della cosa. L’addio al Motomondiale non sarà facile, ma penso che possa comunque essere un bel momento, nonostante tutto”.

A rendere tutto più complicato per Rossi, poi, è l’annuncio che la bozza del Motomondiale 2022, il primo senza il Dottore, è pronta. Dovrebbe essere il calendario più lungo della storia di questo sport, con i primi semafori rossi che si spegneranno il 6 marzo in Qatar, e gli ultimi che lo faranno il 6 novembre, a Valencia. In mezzo tante novità, come il Gran Premio di Finlandia, presso il KymiRing. La data ipotizzata è quella del 10 luglio, ma il problema è che il circuito non è ancora stato omologato. Pronto, invece, quello della Thailandia, con il GP di Buriram programmato per il 2 ottobre. Se tutto andrà bene a livello pandemico, infine, si tornerà anche a Motegi e Phillip Island.

Rossi: “In paranoia pensando a Valencia”. C’è la bozza del calendario 2022
To Top