Incendio Termas de Rio Hondo
MotoGP News: ultime notizie sul Motomondiale

Termas de Rio Hondo: un incendio ha danneggiato gravemente l’autodromo. Brno dice addio alla MotoGP

Il circuito argentino è stato invaso dalle fiamme durante la notte. Sono andati distrutti i box, la sala stampa e l’area vip, mentre si cerca di salvare il museo dedicato a Fangio. La pista della Repubblica Ceca non ospiterà più un Gran Premio del Motomondiale

La stagione dei motori sta per cominciare. L’attesa è tanta e tutti sono curiosi di capire chi potrà aggiudicarsi il Motomondiale che partirà a Losail il 28 marzo. Il calendario delle presentazioni delle moto che gareggeranno nel 2021 è quasi completo. Qualche modifica, invece, potrebbe subirla ancora quello relativo alle gare che comporranno il prossimo campionato del mondo. Ma a causare problemi non è solamente il coronavirus, bensì anche qualche evento inaspettato, come il vasto incendio che ha colpito l’autodromo argentino di Termas de Rio Hondo.

Ricordiamo che il GP d’Argentina era stato già eliminato dal calendario a causa delle problematiche legate alla pandemia. Di certo questo incendio sembra mettere fine a ogni speranza di vedere i bolidi a due ruote sfrecciare sul circuito sudamericano quest’anno e non solo. Le indagini, ovviamente, sono in corso e ci diranno presto se la natura delle fiamme sia dolosa o meno. Fatto sta che il fuoco, visibile anche a chilometri di distanza nella notte, si è propagato velocemente in tutto l’autodromo di Termas de Rio Hondo. Le zone più colpite, secondo le prime ricostruzioni, sono quelle dei box, andati quasi completamente distrutti, l’area riservata ai VIP e la sala stampa.

I vigili del fuoco sono tutt’ora in azione per cercare di salvare almeno la zona del Museo dell’Automobile dedicato a Juan Manuel Fangio, che al momento non sembra aver riportato danni irreversibili. Per fortuna non ci sono notizie su possibili vittime, ma le conseguenze restano gravi, specialmente dal punto di vista economico. La stima dei danni dovrebbe essere di diversi milioni di dollari e ci vorranno ingenti investimenti per la ricostruzione dell’autodromo. In più, se si considera che ci vorranno alcuni anni prima che la struttura possa riospitare i Gran Premi della MotoGP, i soldi persi si aggiungeranno a quelli per la ristrutturazione, causando perdite importanti per il circuito di Termas de Rio Hondo. Una crisi economica che va di pari passo con quella di un’altra pista storica del Motomondiale, ovvero quella di Brno.

L’amministrazione locale ha comunicato ufficialmente che nel 2021 non si correrà alcun Gran Premio della Repubblica Ceca. Una notizia che era già nell’aria qualche mese fa, come da noi anticipato. Brno paga la mancanza di risorse e la chiusura del circuito al pubblico pagante per via del Covid-19. Soldi che sarebbero serviti ai lavori di manutenzione della sede stradale richiesti da Dorna e FIM, a seguito delle lamentele di piloti e team sulle condizioni dell’asfalto. Pertanto, non essendoci fondi a sufficienza, Brno non farà parte del prossimo motomondiale e, probabilmente, neanche di quelli a venire dal 2022 in poi, limitandosi ad ospitare eventi nazionali e, al massimo, europei.

Termas de Rio Hondo: un incendio ha danneggiato gravemente l’autodromo. Brno dice addio alla MotoGP
To Top