Prove Libere
F1 News: ultime notizie sulla Formula 1

Prove libere più corte e nuovi orari di partenza per il mondiale 2021

La Formula 1 cambia qualcosa per il mondiale 2021: le free practice del venerdì non saranno più due sessioni da 90 minuti ma da un’ora ciascuna. Il via dei GP non avrà più i 10 minuti aggiuntivi allo scoccare dell’ora esatta

La Formula 1 è ancora in fase di preparazione per la stagione 2021. I bolidi a quattro ruote torneranno a sfrecciare sui circuiti di tutto il mondo a partire dal 28 marzo. Come noto non sarà Melbourne a inaugurare il prossimo mondiale, ma il circuito di Sakhir in Bahrain, nel suo classico layout. A seguire ci sarà poi il Gran Premio di Imola. Il calendario è ormai prossimo alla sua ufficialità, anche se restano da valutare alcune gare, a causa dell’annoso problema della pandemia da Coronavirus. L’emergenza Covid, infatti, rischia di stravolgere ancora il programma del 2021, anche se non mancano le alternative e le soluzioni. Liberty Media lavora pure su alcune questioni riguardanti le giornate pre Gran Premio, come le prove libere.

Finora la giornata del venerdì è stata caratterizzata da una doppia sessione di Free Practice: un momento utile a tutte le scuderie per mettere a punto la monoposto in vista delle qualifiche del sabato, ma soprattutto della gara di domenica. I minuti a disposizione delle squadre erano 90 per ogni seduta di prove libere, per un totale di 180 minuti, cioè tre ore, durante le quali le monoposto cercavano di raccogliere dati utili al box per sistemare al meglio la macchina. Liberty Media ora ha pensato di cambiare il regolamento. Il venerdì, dunque, ci saranno ancora due sessioni di Free Practice, ma non dureranno oltre i 90 minuti, bensì 60. I team avranno a disposizione un’ora totale in meno per mettere a punto le proprie monoposto.

Il comunicato della società che gestisce la Formula 1 recita:

“Ci saranno due sessioni di prove libere (P1 e P2), ognuna della durata di un’ora e separate tra loro da almeno due ore e mezzo di tempo, ed entrambe si svolgeranno nel secondo giorno dell’Evento”.

Questo, ovviamente, apre una doppia questione che interessa i tifosi, soprattutto dal momento in cui potranno tornare a godersi la Formula 1 dal vivo. La prima riguarda l’aumento dell’adrenalina nelle prove libere. Un fattore positivo, con le squadre costrette a mandare in pista più velocemente e più volte le vetture per raccogliere i dati necessari per la messa a punto. I piloti saranno costretti a spingere di più, dando vita a due mini qualifiche già il venerdì. D’altra parte, però, l’azione in pista si ridurrà di un’ora nel totale e il prezzo del biglietto rischia di rimanere invariato provocando qualche malumore tra i fan.

Oltre alle modifiche apportate alle prove libere, Liberty Media ha deciso di ripristinare gli orari originali di partenza dei Gran Premi. In altre parole, le gare non inizieranno più allo scoccare del decimo minuto oltre l’ora esatta, bensì a quest’ultima. Per fare un esempio, i GP europei, oltre ad essere programmati con un’ora di anticipo come un tempo (alle 14 invece che alle 15), non partiranno alle 14.10 ma alle 14. Un doppio salto nel passato in barba a quelle che erano le esigenze televisive, specialmente dei paesi extra-europei.

Prove libere più corte e nuovi orari di partenza per il mondiale 2021
To Top