Verstappen Prove Libere 2
F1 News: ultime notizie sulla Formula 1

Prove Libere 2 SPA: Verstappen a muro, ma è il più veloce. Lontane le Ferrari

L’olandese domina la sessione pomeridiana, tenendo dietro le due Mercedes, racchiuse in meno di un decimo dalla Red Bull. Leclerc finisce a muro, Sainz è solo 11esimo. Bene le Alpine e Lance Stroll. Incoraggiante Giovinazzi

Finalmente la sosta estiva è terminata. I motori tornano a rombare a pieno regime in tutto il Motorsport. Specialmente per quel che riguarda la Formula 1, che affronta una delle prove più affascinanti e difficili dell’intero mondiale: SPA-Francorchamps. Il circuito belga, ancora sotto shock per quanto successo alla direttrice Nathalie Maillet, uccisa dal marito, potrà dirci qualcosa in più riguardo la lotta per il titolo tra Verstappen ed Hamilton. Indicazioni che sembrano arrivare dalle Prove Libere 2, che hanno visto l’olandese precedere sul giro secco entrambe le Mercedes. La Red Bull numero 33, infatti, ha fermato il cronometro sull’1:44: 472, con un vantaggio di pochi centesimi sulle Frecce d’Argento.

Da segnalare come Verstappen, poi, abbia abbandonato prima del termine le Prove Libere 2 a causa di un incidente, che ha portato la Red Bull a muro. Molto vicina si è piazzata la Mercedes di Bottas, secondo a meno di un decimo dal pilota dei Paesi Bassi, mentre Hamilton è terzo, anche lui a poco meno di un decimo di secondo dal rivale per il titolo. Ottimo, invece, il passo delle due Alpine, che vengono dallo storico risultato in Ungheria e sembrano cavalcare l’onda dell’entusiasmo. Specialmente con Fernando Alonso, addirittura quarto a circa mezzo secondo dalla vetta. Settimo Ocon a nove decimi.

Vicino ad Alonso, in quinta posizione, ha chiuso le proprie Prove Libere 2 Pierre Gasly, che conferma il potenziale dell’Alpha Tauri, specialmente sui lunghi tratti in rettilineo. Sesto Stroll con la prima delle due Aston Martin, mentre Vettel si inserisce nella top 10 della sessione, conquistando l’ottava piazza e mettendo in mostra un buon passo gara. Chiudono la zona riservata ai primi dieci Lando Norris, nono su McLaren, e Sergio Perez, piuttosto lontano dall’altra Red Bull di Verstappen nonostante la parità di monoposto. Arriviamo, dunque, alle note dolenti: la Ferrari.

Si diceva nei giorni scorsi che i veri aggiornamenti in vista del 2022 sarebbero arrivati per la Rossa solo da Monza in poi. Ma, comunque, ci si sarebbe aspettato qualcosa in più dal team italiano, che invece è apparso in difficoltà sia nella mattinata che nelle Prove Libere 2. Non a caso, Carlos Sainz ha chiuso in undicesima posizione, ad oltre un secondo di gap da Verstappen, mentre Leclerc ha messo a muro la propria monoposto, vicino al luogo in cui lo ha fatto anche l’olandese, finendo 18esimo la sessione. Certo, siamo solo al venerdì ed è giusto non tirare conclusioni affrettate, sperando in un sabato migliore. Non male, invece, il ritmo di Giovinazzi, che ha strappato un’ottima tredicesima posizione, dimostrando che l’Alfa Romeo può essere competitiva sia in gara che in qualifica.

Prove Libere 2 SPA: Verstappen a muro, ma è il più veloce. Lontane le Ferrari
To Top