Portugal GP
F1 News: ultime notizie sulla Formula 1

Portugal GP, Hamilton vince e fa 92. Bene le Ferrari: Leclerc quarto, Vettel decimo

L’inglese trionfa sul circuito di Portimao e riscrive la storia: nessuno come lui per numero di vittorie in Formula 1. Secondo Bottas, terzo Verstappen. Primo giro da panico per alcune gocce d’acqua, con Raikkonen che ne approfitta e risale da sedicesimo a sesto

Una prova di forza mostruosa di Lewis Hamilton, che ha vinto anche il Portugal GP diventando il pilota più vincente della storia della Formula 1: 92 vittorie in carriera. Il tutto, al termine di una gara che è iniziata in maniera rocambolesca. La causa: qualche goccia di pioggia che ha messo in crisi i piloti nel primo giro. Al via, infatti, scatta bene Bottas, che si prende in curva uno la prima posizione sul compagno di scuderia. Bene anche Verstappen e Leclerc, nonostante, qualche curva più avanti accada l’imponderabile. Ad approfittare della situazione di caos sono soprattutto i due della McLaren. Norris si piazza in quarta posizione, Sainz addirittura supera le Mercedes e va in testa.

Partenza da paura di Kimi Raikkonen. Il finlandese, infatti, trova confidenza con l’asfalto scivoloso e da sedicesimo risale in sesta posizione. L’illusione durerà qualche giro, ma è da strappo di licenza lo start dell’ex ferrarista. In crisi, invece, Hamilton e Leclerc, che ci metteranno qualche giro prima di carburare. Verstappen, invece, viene a contatto con Perez: nessuna sanzione per i due. Ad avere la peggio è la Racing Point del messicano, costretto a tornare ai box. Sarà autore di una bella rimonta. Davanti, pian piano, si ristabiliscono le posizioni iniziali. Bottas si riprende la leadership del Portugal GP, inseguito da Hamilton e Verstappen. Sainz e Norris ricalano indietro, scavalcati anche da Leclerc, tornato in quarta posizione.

Le gomme soft iniziano a faticare, mentre le medie raggiungono la temperatura giusta. Verstappen, dunque, comincia ad avvertire qualche problema con l’anteriore sinistra, tanto che Leclerc si avvicina giro dopo giro fino a tre secondi di gap. Davanti, invece, Bottas perde terreno e Hamilton entra in modalità qualifica. Pochi giri e il sorpasso è inevitabile. A quel punto, per tutta la gara, il finlandese inizia inspiegabilmente ad alternare giri velocissimi a tornate in cui sembra accusare problemi. Buono, invece, il passo di Sebastian Vettel, risalito dalla quindicesima alla settima posizione: chiuderà decimo a pochi secondi dal quinto posto di Gasly. Verstappen monta gomme medie, nonostante i giri che mancano siano tanti. Il pneumatico di banda gialla, però, ha una lunga durata, come dimostra Ocon, che compie più di 50 giri su gomma media.

Leclerc, invece, si ferma più avanti montando gomma dura. Le prestazioni non saranno buone come quelle della media e il suo Portugal GP si attesterà sulla quarta posizione. La Ferrari, però, è competitiva. Perez, invece, torna in quinta posizione approfittando delle soste dei piloti davanti e, sul finale, monta gomma soft. Peccato che la scelta non sia eccezionale: dopo qualche giro, infatti, viene rimontato e superato da Gasly e Sainz. Davanti, invece, Hamilton dà una prova di forza impressionante, girando addirittura sotto il muro del minuto e 19 secondi. L’inglese trionfa per la novantaduesima volta in carriera vincendo il Portugal GP. Secondo Bottas, terzo Verstappen. Leclerc quarto e ultimo dei piloti a pieni giri. In zona punti anche le Renault di Ocon e Ricciardo e la Ferrari di Vettel. Solo undicesimo Raikkonen. Ritirato Stroll.

Portugal GP, Hamilton vince e fa 92. Bene le Ferrari: Leclerc quarto, Vettel decimo
To Top