Monza incidente Hamilton-Verstappen
Senza categoria

Monza, 1-2 McLaren. Verstappen penalizzato di tre posizioni in griglia in Russia

Clamorosa doppietta Ricciardo-Norris a Monza. Chiude il podio Bottas. Quarto Leclerc, quinto Perez. L’olandese della Red Bull è stato valutato colpevole dell’incidente con Lewis Hamilton, che ha comportato il ritiro di entrambi. L’halo salva la vita all’inglese

Un GP di Monza a dir poco pazzesco. Esattamente come lo scorso anno, i colpi di scena non sono mancati nel Gran Premio d’Italia, vinto da Daniel Ricciardo davanti al compagno di scuderia in McLaren, Lando Norris. Al via, proprio l’australiano è scattato benissimo, beffando Verstappen, partito dalla pole position dopo l’arretramento di Bottas in fondo alla griglia per aver sostituito la Power Unit. Hamilton, invece, affianca e supera Norris alla prima variante, mentre in Curva Grande ci prova all’esterno su Verstappen, che lo accompagn fuori alla seconda chicane, costringendolo a riperdere la posizione anche sul connazionale della McLaren. Subito dietro, invece, restano le Ferrari, con Leclerc che ha un ottimo passo per stare con i primi.

Bottas inizia la sua splendida rimonta dal fondo, mentre davanti Verstappen tenta invano di superare Ricciardo. Solo con la sosta dell’australiano la Red Bull riesce ad avere strada libera, ma al muretto decidono di fermare il giro successivo il leader della classifica mondiale, per non perdere eccessivo tempo. Al momento del cambio gomme, però, qualcosa non funziona e Verstappen è costretto a riaccordarsi. Hamilton, a quel punto, si libera di Norris in Curva Grande e prende possesso della gara, ma inspiegabilmente viene fermato con largo anticipo da Mercedes nonostante le gomme hard. Ai box ci sono problemi anche per il campione del mondo in carica, che riparte dopo 4.5 secondi. All’uscita ecco il colpo di scena. L’inglese esce appaiato a Verstappen e nessuno dei due molla l’acceleratore.

Hamilton non lascia molto spazio al rivale, che non taglia la chicane e decide di curvare a forza, perdendo il controllo dell’auto e finendo sopra alla Mercedes. Una situazione pericolosa a Monza, che solo l’halo ha permesso non si trasformasse in tragedia. Sia il fondo della Red Bull, sia la sua posteriore destra, infatti, avrebbero finito per colpire il britannico, che sarebbe rimasto schiacciato. La valutazione dell’incidente ha portato i commissari di gara a penalizzare Verstappen di tre posizioni sulla griglia del GP di Sochi. Safety Car e tutti ai box, con Leclerc che si ritrova secondo alla ripartenza. La Ferrari ha il passo gara, ma non il motore sul dritto e patisce i sorpassi di Norris, Perez e Bottas. Il messicano, però, taglia la chicane nel sorpassare il monegasco e non restituisce la posizione. Viene penalizzato di 5 secondi.

Una chance, quindi, per le due Ferrari, che vedono anche Sainz risorgere come tempi sul giro. Ma alla fine sarà solo Leclerc a tenere la vettura sotto i 5 secondi da Perez, chiudendo quarto. Davanti Ricciardo conduce alla grande il GP di Monza, tornando alla vittoria dopo 3 anni da quella di Monaco del 2018. Secondo Norris, terzo un eccellente Bottas. Sesto Sainz. Sfortunato Giovinazzi, che in partenza era riuscito a scalare la classifica fino alla sesta piazza, salvo rovinare tutto per un contatto con Sainz. Ritiro, invece, per il vincitore della scorsa edizione del Gran Premio d’Italia, Pierre Gasly.

Monza, 1-2 McLaren. Verstappen penalizzato di tre posizioni in griglia in Russia
To Top