Gomme Michelin 2021
Senza categoria

Michelin, i piloti si lamentano delle gomme: “Usura eccessiva a Silverstone”

Si è alzata come un coro unanime la protesta dei centauri della MotoGP contro il fornitore di pneumatici francese a seguito del GP d’Inghilterra. Da Rossi a Bagnaia, passando per il campione del mondo Joan Mir. Il produttore transalpino ha avviato un’indagine interna

La MotoGP è attualmente nella settimana di riposo, in attesa di riprendere le ostilità già domenica prossima, quando si correrà sul circuito di Aragon. Un Gran Premio atteso dai fans per diversi motivi. Primo tra tutti l’esordio di Maverick Vinales su Aprilia, che porterà lo spagnolo a dimenticare definitivamente il suo recente e burrascoso passato in Yamaha. L’entusiasmo del pilota iberico è alle stelle per i risultati più che incoraggianti ottenuti nei primi test di Misano con la moto di Noale. Vedremo se in gara avrà le stesse sensazioni. In Petronas, invece, è stato confermato ancora Jake Dixon al fianco di Valentino Rossi per questo GP, mentre da quello dell’Emilia-Romagna dovrebbe esserci Andrea Dovizioso. Nel frattempo non si spengono le polemiche che hanno travolto Michelin nei giorni scorsi.

Questo a seguito del Gran Premio di Silverstone. Sul circuito inglese, infatti, molti piloti hanno visto rovinarsi la gara dal calo drastico di prestazione degli pneumatici francesi. Un degrado che è arrivato particolarmente presto, intorno al quinto giro. Secondo le previsioni originali di Michelin, invece, la gomma sarebbe dovuta peggiorare gradualmente a partire dalla decima tornata in avanti. Cosa che evidentemente non è successa e che ha finito per compromettere il GP di alcuni protagonisti importanti del Motomondiale 2021. Su tutti Pecco Bagnaia e Joan Mir, che dopo i primi giri nel gruppo di testa sono arretrati a centro classifica.

Anche Valentino Rossi, partito piuttosto avanti in griglia dopo l’ottima qualifica del sabato, ha concluso la gara inglese addirittura al 18esimo posto, al termine di una discesa verticale in classifica. Proprio il Dottore non ha fatto mancare le proprie parole sul caso Michelin a Silverstone:

“Dopo 5-6 giri la gomma ha calato incredibilmente e nella parte destra non avevo più aderenza. È come se l’avessi bruciata ed avesse perso la sua prestazione. Ad ogni giro perdevo 1-2-3 secondi, ho cercato di arrivare al traguardo ma è stata dura”.

Intanto, Michelin fa sapere di aver avviato una procedura di indagine interna per capire che cosa sia davvero successo alla fornitura di pneumatici in Inghilterra, come affermato dal Responsabile Piero Taramasso:

“Stiamo continuando a indagare per capirne le cause, anche attraverso dati forniti dai team: daremo risposte certe ai piloti su quanto successo, basati su dati oggettivi. È evidente che in certi aspetti dobbiamo migliorare e capire prima cosa può succedere in gara: se variano le temperature, se c’è un ritmo diverso, se si cambia una delle due gomme”

Michelin, i piloti si lamentano delle gomme: “Usura eccessiva a Silverstone”
To Top