Malesia
MotoGP News: ultime notizie sul Motomondiale

Malesia, cancellati i test invernali. Si pensa a Portimao o Jerez come alternativa

Nulla da fare per i test invernali, programmati a metà febbraio, sul circuito di Sepang. Il decorso della Pandemia impedisce di ospitare gli addetti ai lavori in sicurezza. Dorna studia le alternative

Marzo si avvicina a grandi falcate, ma la MotoGP e la Formula 1 non sono ancora così vicine dal cominciare la stagione 2021. Questo nonostante si stia lavorando alacremente in tutti i settori del Motorsport per farsi trovare pronti ai nastri di partenza a marzo. Sempre che non ci siano altri stravolgimenti sulla tabella di marcia. In F1, dopo l’ufficializzazione della partenza del Mondiale in Bahrain e non più a Melbourne, con il ritorno di Imola in calendario, i problemi sembrano quasi del tutto risolti. La cosa, invece, resta abbastanza complicata per i colleghi delle due ruote. La pandemia da Covid-19, infatti, non accenna ad arrestare il proprio cammino e questo potrebbe condizionare ulteriormente il calendario del Motomondiale. Non solo per i GP, ma anche per i test invernali. A partire da quelli in Malesia.

E’ notizia di queste ore, infatti, che Dorna e FIM abbiano comunicato in maniera ufficiale che i primi test non saranno effettuati più a Sepang. Tradotto, i test invernali di metà febbraio in Malesia sono stati cancellati. Questo a causa dei numeri del contagio da Coronavirus, che non riescono a scendere sotto i 2000 nuovi casi di positività al giorno. Una quota che non consente, dunque, agli addetti ai lavori di recarsi nella regione di Selangor, che attualmente è addirittura chiusa e lo sarà fino a fine mese circa. Se non di più. Per non rischiare di mandare a monte totalmente i piani della MotoGP, per cui i test invernali sono essenziali per capire la bontà del lavoro svolto sinora, la Federazione sta studiando alcune alternative.

Invece di disputare la tre giorni di test di febbraio in Malesia, dunque, lo si farà su un altro circuito. Molto probabilmente in Europa, dove la pandemia sembrerebbe essere maggiormente sotto controllo, o comunque meglio gestita, con protocolli rigidi ma già testati nella scorsa stagione. Al momento le piste candidate a sostituire Sepang sono due. La prima è Portimao, dove lo scorso anno si è disputata la gara finale del Mondiale. Un tracciato già pronto, dunque, per poter ospitare i bolidi a due ruote. L’altra, invece, è un classico del Motomondiale: Jerez de La Frontera. L’autodromo spagnolo, poi, ospiterà anche i test della Superbike e quindi ha tutto il necessario per poter far svolgere in tranquillità anche quelli della MotoGP.

In attesa di capire chi prenderà il posto della Malesia per i test invernali, si sta cercando di prendere una decisione definitiva anche per quelli del Qatar. Al momento rimangono confermate le date delle prove sul circuito di Losail, che dovrebbe ospitare anche la prima gara del Motomondiale 2021 come da tradizione. Parliamo dei tre giorni che vanno dal 10 al 12 marzo. Questo perché l’intenzione del governo locale è quella di mettere in sicurezza il Paese, riuscendo nell’impresa di vaccinare l’intera popolazione entro poche settimane. Il che toglierebbe quasi ogni rischio di nuovi contagi, consentendo lo svolgimento dei test in piena sicurezza.

Malesia, cancellati i test invernali. Si pensa a Portimao o Jerez come alternativa
To Top