MotoGP News: ultime notizie sul Motomondiale

Jerez de la Frontera prova ad aprire al pubblico. Trattative in corso

Il sindaco della città spagnola ha chiesto un incontro al consiglio di amministrazione del circuito e alla Dorna per discutere dell’apertura al pubblico del doppio Gran Premio di MotoGP

Sono tante le cose che cambieranno dopo il Coronavirus. La pandemia non è assolutamente passata, anzi in alcune zone del mondo la situazione sta peggiorando. Questo comporta inevitabili modifiche alle nostre abitudini e a quelle di diversi settori. Anche dello sport. Specialmente quelle discipline che portano centinaia di migliaia di persone sul luogo dell’evento. Tra queste ci sono Formula 1 e MotoGP. Molti dei Gran Premi che si disputeranno in questo mondiale 2020, purtroppo, saranno a porte chiuse. Ma c’è chi prova a cambiare musica per ridare una parvenza di normalità al motomondiale. Ad esempio Jerez de la Frontera.

Il campionato del mondo di MotoGP, infatti, partirà proprio dal circuito spagnolo a luglio inoltrato. La mancanza di pubblico, però, potrebbe ripercuotersi inevitabilmente sull’economia dell’autodromo. Soprattutto se si pensa al fatto che si correranno lì ben 2 Gran Premi consecutivi nel giro di 14 giorni. Proprio ieri, tra l’altro, Jerez ha riaperto le proprie attività ospitando i ragazzi della Cardoso School, cui si unirà, tra gli altri, il centauro della Yamha, Maverick Vinales.

La volontà degli organizzatori del Gran Premio è quella di permettere una riapertura parziale del circuito al pubblico. Ovviamente senza sfidare la curva del contagio da Coronavirus in Spagna. Bensì attuando tutte le procedure di sicurezza necessarie per poter ospitare i tifosi sulle tribune dell’autodromo. Sembra una richiesta difficile da realizzare al momento, ma Jerez ci crede. In più, poi, potrebbe considerarsi una sorta di test per il futuro immediato di tutto il motorsport. Se Jerez dovesse riuscire a riaprire agli spettatori, lo scenario per la MotoGP e per la Formula 1 potrebbe essere completamente diverso.

Pochi giorni fa la Dorna aveva comunicato che l’accesso al circuito e al paddok sarebbe stato vietato sia agli appassionati che ai giornalisti. Il tutto per rispettare il rigido protocollo sanitario elaborato dalla Federazione per lo svolgimento in sicurezza del mondiale. Così, infatti, il rischio di contagi di riduce drasticamente, rispetto alla presenza di migliaia di persone tra tifosi e media. Jerez, però, potrebbe far ricredere tutti da questo punto di vista.

Il sindaco della città spagnola, Mamen Sanchez, infatti, ha chiesto al consiglio di amministrazione del circuito e Dorna un summit per discutere di questa possibilità. Il tutto sia per i due Gran Premi di MotoGP, che per la tappa del mondiale Superbike di inizio agosto. L’ottimismo per un Jerez a porte aperte filtra anche dalla disponibilità dichiarata da Ezpeleta a trattare la questione. Magari mettendo sul piatto un nuovo piano sicurezza da elaborare in breve tempo. Di certo, qualora la cosa dovesse andare in porto, i costi per ogni evento saranno maggiori. Il gioco, però, vale la candela.

Jerez de la Frontera prova ad aprire al pubblico. Trattative in corso
To Top