Interlagos
F1 News: ultime notizie sulla Formula 1

Interlagos fino al 2025, Rio battuta. A Verstappen le FP1 del GP di Turchia

San Paolo continuerà a ospitare il GP per altri 4 anni. Fuori il Vietnam dal calendario 2021. L’olandese è il più veloce nelle prime prove libere, davanti ad Albon e Leclerc. Quinto Vettel. Attardate le Mercedes

La Formula 1 è tornata in pista per un weekend che potrebbe rivelarsi decisivo per il mondiale 2020. Dopo l’assegnazione del titolo costruttori a Imola, il settimo consecutivo per Mercedes, potrebbe arrivare anche quella del campionato piloti. In Turchia Hamilton ha il match point per laurearsi campione del mondo per la settima volta in carriera, pareggiando Michael Schumacher. Il weekend dei piloti della casa di Stoccarda, però, non è iniziato nel migliore dei modi, anche se ci si limita ai soli dati delle FP1. L’inglese ha chiuso in quindicesima posizione, mentre Bottas è leggermente più avanti, nono, ma lontano dalla miglior prestazione di Max Verstappen. Alle spalle dell’olandese l’altra Red Bull di Albon, mentre in terza piazza troviamo Charles Leclerc su Ferrari. Vettel si è piazzato al quinto posto. Ma mai fidarsi appieno delle Mercedes. Il tutto mentre arriva dal Brasile una notizia su Interlagos.

E’ noto, infatti, che il Gran Premio del Brasile quest’anno non si correrà a causa dell’emergenza sanitaria legata alla pandemia da Covid-19. Nella prima bozza di calendario 2021, però, l’appuntamento sudamericano non compariva ancora. Questo a causa del contenzioso apertosi dopo la candidatura di Rio per ospitare l’evento automobilistico, trasferendo di fatto il GP dal circuito storico di Interlagos. Il problema, però, riguardava soprattutto la realizzazione della pista di Rio. Per costruire il tracciato, infatti, si doveva deforestare un’area verde di enormi dimensioni. Circostanza che non ha mai convinto più di tanto i vertici del circus. Certo, l’idea di inserire nel mondiale l’ennesimo circuito nuovo di zecca non era cattiva. Ma la salvaguardia ambientale è punto cardine della nuova Formula 1.

Un elemento, tra gli altri, che ha di certo pesato nella scelta finale di Liberty Media nel riconfermare il Gran Premio di Interlagos. Il vero fattore che ha spostato l’ago della bilancia verso la conferma di San Paolo, però, è l’approvazione da parte di team e piloti di un circuito storico, dove si corre da 30 anni e che ha sempre regalato gare mozzafiato. Su tutte la doppietta recente degli anni 2007 e 2008, in cui il mondiale si è deciso proprio in Brasile. Prima a favore di Raikkonen e poi di Hamilton, la cui favola è iniziata proprio lì. Unica differenza rispetto al passato sarà la nomenclatura del GP che non si chiamerà più Gran Premio di Interlagos, bensì Gran Premio di Sao Paolo. L’accordo sarà quinquennale e permetterà di correre in Brasile fino al 2025.

Nel frattempo, per un Interlagos che rientra di diritto nel calendario 2021, c’è un Hanoi che esce momentaneamente. Il GP del Vietnam, infatti, è stato definitivamente escluso dal prossimo mondiale per l’arresto di uno degli uomini chiave nell’organizzazione dell’evento. Causa: corruzione. Lo slot lasciato libero dal Vietnam potrebbe essere riempito con l’inserimento di uno dei circuiti presenti nel mondiale 2020. L’Italia spera con Imola o Mugello. In corsa, però, ci sono anche Portimao, Nurburgring e Istanbul, dove si gareggerà domenica. Ulteriori aggiornamenti sono previsti nelle prossime settimane.

Interlagos fino al 2025, Rio battuta. A Verstappen le FP1 del GP di Turchia
To Top