F1 News: ultime notizie sulla Formula 1

Imola è una delle opzioni per disputare un secondo GP d’Italia

L’autodromo Enzo e Dino Ferrari potrebbe ospitare nuovamente la Formula 1 dopo 14 anni. L’obiettivo sarebbe quello di correre una seconda volta in Italia subito dopo Monza.

Manca meno di un mese alla partenza del mondiale di Formula 1 2020. Mai attesa fu così lunga nella storia per gli appassionati. Ma a metterci del suo è stato il Coronavirus, con la crisi sanitaria ed economica conseguenti. La FIA sta cercando di limare gli ultimi dettagli sul calendario. La composizione, però, del programma è tutt’altro che definitiva. Le prime nove gare sono state rese ufficiali anche nell’orario, ma non si sa ancora se potranno esserci tappe al di fuori dell’Europa. Proprio qui entra in gioco un autodromo storico, quello di Enzo e Dino Ferrari di Imola.

Disputare un doppio Gran Premio d’Italia, infatti, è un’opportunità concreta. Soprattutto per Liberty Media, padrona della Formula 1, che vorrebbe limitare al minimo le gare extra-europee. Il Bel Paese può mettere a disposizione, oltre al circuito di Monza, quello di Imola. L’ultima gara disputata nell’autodromo italiano risale addirittura al 2006. In quell’occasione vinse Michael Schumacher su Ferrari. Un’astinenza lunga 14 anni, dunque, che potrebbe finalmente terminare.

Già nel mese di aprile, qualcuno aveva considerato Imola tra le piste candidabili per il mondiale 2020. Così come ha fatto Ross Brawn nei giorni scorsi, sottolineando la disponibilità di Liberty Media a inglobare il circuito nel calendario. Nonostante la più che decennale assenza della Formula 1, la pista dell’autodromo imolese versa in ottime condizioni e sarebbe più che pronta ad ospitare i bolidi a quattro ruote. Magari in autunno, proprio dopo il Gran Premio di Monza di inizio settembre.

Chi non ha ancora preso una posizione a favore del ritorno della F1 a Imola è il presidente dell’ACI, Angelo Sticchi Damiani, il quale preferirebbe proporre alla FIA altre soluzioni. A partire da una seconda gara a Monza o sul circuito del Mugello. Di diverso avviso, invece, è l’avvocato Federico Bendinelli. Il presidente dell’ACI di Bologna, infatti, ha promosso attivamente la riapertura dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari al mondiale di Formula 1. Questo un estratto delle sue parole a Formulapassion.it:

“Non vedo motivi contrari da parte di Sticchi Damiani all’effettuazione di un secondo Gran Premio proprio a Imola. La città dispone di un circuito pronto ad essere utilizzato omologato dalla FIA. Sono certo che il Presidente sarebbe felice di tale opportunità che sicuramente manifesterà, se non lo ha già fatto, con gli organizzatori di Liberty Media”

Sull’argomento è intervenuto anche Stefano Bocaccini. Il presidente della Regione Emilia Romagna, infatti, ha parlato della possibilità di ospitare il secondo GP d’Italia sulla pista di Imola. Il Governatore, però, ha preferito usare l’arma della cautela, non chiudendo le porte all’evento ma invitando a considerare le ingenti spese che un avvenimento del genere comporterebbe a livello regionale. Specialmente se dovesse disputarsi a porte chiuse.

Imola è una delle opzioni per disputare un secondo GP d’Italia
To Top