Gran Premio dell'Arabia Saudita 2021
F1 News: ultime notizie sulla Formula 1

Hamilton vince in Arabia Saudita, il Mondiale si deciderà all’ultima gara

Il Gran Premio dell’Arabia Saudita va a Lewis Hamilton, evitato il match point di Max Verstappen. Il Mondiale di Formula 1 si deciderà all’ultima gara

Con Lewis Hamilton e con Max Verstappen in pista non ci si annoia mai. La stagione corrente della Formula 1 continua a farsi più avvincente che mai, anche oggi nel Gran Premio dell’Arabia Saudita, a Jeddah, è successo veramente di tutto. La Mercedes di Hamilton precede ancora una volta, come accaduto due settimane fa in Qatar, la Red Bull di Verstappen. I due fenomenali piloti sono appaiati in classifica a 369.5 punti, la sfida decisiva per la vittoria del Mondiale si disputerà la settimana prossima ad Abu Dhabi. Entrambi, tuttavia, sono stati convocati dai commissari. Il britannico è accusato di “guida scorretta”, l’olandese per una prova di partenza in pit-lane in regime di Safety e per molteplici errori durante la gara. Le maggiori polemiche ruotano attorno all’episodio avvenuto al giro 38, con il tamponamento da parte di Hamilton proprio ai danni di Verstappen.

Il pilota olandese effettua un sorpasso con taglio ai danni di Lewis, per questo motivo subisce una penalizzazione di 5 secondi. Il team della Red Bull comunica al proprio pilota di dover cedere la posizione al rivale, Hamilton, non comprendendo il movimento di Verstappen, gli va addosso e lo tampona. I danni maggiori li riscontra proprio il pilota della Mercedes. L’ala della sua macchina viene danneggiata, ma nonostante questo non si vede costretto a sostituirla. L’episodio è sotto investigazione. Salvo incredibili decisioni da parte della FIA nelle prossime ore, la classifica, fino alla prossima settimana, vedrà i due piloti in totale parità. Verstappen parte con un leggero vantaggio rispetto ad Hamilton, decretato dalle 9 vittorie stagionali dell’olandese a fronte degli 8 successi del britannico.

Prima dell’episodio raccontato in precedenza, ce ne sono stati altri che hanno reso caotico il Gran Premio di ieri sera. Al decimo giro Mick Schumacher danneggia le barriere, Verstappen corre il rischio di restare in pista con le gomme medie. Hamilton, così come Leclerc, Perez, Latifi, Norris ed Alonso, si ferma per cambiarle. Il gioco del pilota della Red Bull vale la candela, perché al 14esimo giro la direzione di gara espone la bandiera rossa per riparare le barriere danneggiate da Schumacher. In questo modo tutti sono costretti a tornare ai box, mentre Verstappen ha la possibilità di cambiare le gomme da primo. L’incidente che coinvolge Perez, Russell e Mazepin costringe la direzione di gara ad esporre una seconda barriera rossa. Dopo diverse comunicazioni radio, Ocon parte in griglia in pole davanti ad Hamilton e a Verstappen.

La terza partenza disegna un altro momento spettacolare della gara. Verstappen si inventa un sorpasso clamoroso ai danni del rivale sul lato sinistro della pista. Hamilton, dopo aver seminato Ocon al giro 18, insegue l’olandese e dà il via al grande duello. Con oltre 11 secondi di ritardo, Verstappen chiude alle spalle di Hamilton. L’ultimo gradino del podio se lo prende Valtteri Bottas con la sua Mercedes, mentre l’Alpine di Esteban Ocon non va oltre la quarta posizione. la McLaren di Ricciardo, quinta, arriva sopra all’AlphaTauri di Pierre Gasly. Ancora una volta vanno a braccetto le Ferrari di Charles Leclerc e Carlos Sainz, che chiudono rispettivamente al settimo e all’ottavo posto. Chiudono la top 10 l’Alfa Romeo di Antonio Giovinazzi e la McLaren di Norris.

Hamilton vince in Arabia Saudita, il Mondiale si deciderà all’ultima gara
To Top