Silverstone Hamilton 2021
Senza categoria

Hamilton in pole per la Sprint Race. Svelato il telaio per le auto 2022

L’inglese partirà davanti a Verstappen e Bottas. Quarto un ottimo Leclerc su Ferrari, solo nono Sainz. Eccezionale Russell ottavo. Domani la prima qualifica attraverso la mini gara da 100 chilometri. La Formula 1 si affaccia verso le monoposto del futuro

Si torna a fare sul serio. Uno scenario inedito sta accompagnando questo weekend di Formula 1, con il prossimo GP che si corre a Silverstone domenica alle ore 16:00 italiane. La vera novità riguarda le qualifiche, che nel modo tradizionale si sono disputate questa sera. Attraverso Q1, Q2 e Q3 si è venuta a creare la griglia di partenza non del vero e proprio Gran Premio di dopodomani, ma quella della mini gara del sabato: la Sprint Race. Un format che fa il suo esordio assoluto nella storia del mondiale di F1 e che garantirà punti ai primi tre classificati: 3 al vincitore, 2 al secondo, 3 al terzo. Inoltre, la piccola gara di 100 km (25 minuti di durata circa) fornirà lo schieramento sulla griglia delle monoposto per il GP della domenica. Intanto a partire davanti domani sarà Lewis Hamilton.

Il campione del mondo in carica, infatti, è apparso in gran forma davanti ai 90 mila sostenitori inglesi presenti sugli spalti del circuito oggi. Nonostante una Red Bull che sembra ancora la macchina più forte, il britannico è riuscito a spingere la propria Mercedes oltre i limiti, conquistando una pole position molto importante. Hamilton ha fermato il cronometro sull’1:26:134, precedendo per meno di un decimo Max Verstappen, pronto a sfruttare la Sprint Race di domani per ribaltare la situazione in vista di domenica pomeriggio. In seconda fila, invece, troviamo Valtteri Bottas che precede uno strepitoso Charles Leclerc, capace di attestarsi a circa 7 decimi dalla vetta. Quinto Sergio Perez, il cui ultimo giro è stato annullato per aver superato i track limits in curva 15.

Più staccato da Hamilton, invece, è Carlos Sainz con l’altra Ferrari, solamente nono. Un vero e proprio miracolo, invece, lo ha compiuto George Russell. Altro beniamino di casa, il pilota della Williams non solo è riuscito a qualificarsi per la Q3, ma ha anche conquistato l’ottavo posto in griglia. Davanti a lui, invece, le due McLaren, con Lando Norris sesto e Daniel Ricciardo settimo. Chiude la Top 10 Sebastian Vettel su Aston Martin, che ha preceduto per soli 25 centesimi in Q2 Fernando Alonso. Sorprese in negativo, invece, arrivano da Tsunoda, solamente 16esimo, e Raikkonen, 17esimo, eliminati entrambi nella prima qualifica. Chiudono la griglia di partenza Schumacher e Mazepin su HAAS.

Uno sguardo al futuro arriva con la Sprint Race, così come con la presentazione del concept delle nuove monoposto del 2022. Saranno vetture che promettono spettacolo, piuttosto diverse da quelle che conosciamo finora, specie se si guarda la parte anteriore. Liberty Media assicura che le automobili del prossimo mondiale permetteranno di seguire le auto davanti in pista più agevolmente, facilitando i sorpassi e aumentando l’adrenalina dei singoli Gran Premi, che dovrebbero risultare ancora più imprevedibili. Sarà contento, si fa per dire, Hamilton, non certo un amante degli imprevisti. Inoltre, le monoposto del 2022 si dirigono verso una maggiore sostenibilità ambientale, con meno emissioni e l’uso di carburanti più green.

Hamilton in pole per la Sprint Race. Svelato il telaio per le auto 2022
To Top