Ocon GP di Ungheria
F1 News: ultime notizie sulla Formula 1

GP Ungheria pazzesco! Vince Ocon. Vettel squalificato. Hamilton primo nel mondiale.

Il francese trionfa in un Gran Premio folle! Fuori classifica il pilota Aston Martin per aver violato la norma sulla quantità minima di carburante a fine gara. Secondo l’inglese che si riprende la vetta della classifica davanti a Verstappen, terzo Sainz. Partenza con due incidenti innescati da Bottas e Stroll, puniti con 5 posizioni di penalità in Belgio. Out anche Leclerc, Perez e Norris. Quarto Sainz

Viva la Formula 1! Quando si corrono Gran Premi del genere gli spettatori non possono che rimanere estasiati. Il meteo e vari incidenti hanno caratterizzato il più divertente GP di Ungheria della storia di questo sport. Si parte in condizioni umide, con i piloti tutti su gomma intermedia. Al via, Bottas non frena per tempo e tampona Norris, che lo aveva bruciato sullo scatto. La carambola innescata coinvolge anche le due Red Bull di Perez, costretto al ritiro, e Verstappen, che continuerà con la macchina palesemente danneggiata. L’altro parapiglia lo scatena Lance Stroll, che affianca Leclerc ma si butta eccessivamente all’interno, frenando sull’erba umida e finendo per colpire la Ferrari. Il monegasco, a sua volta, finisce addosso a Ricciardo. I primi due si ritirano, l’australiano prosegue.

Bandiera rossa e tutti ai box. Alla ripartenza, dopo il giro dietro la Safety Car, accade l’imponderabile. Tutti i piloti rientrano per montare gomme da asciutto, mentre Hamilton rimane solo in griglia di partenza. L’inglese farà la sosta al termine del primo giro dopo il restart, finendo in coda al gruppo. Primo si ritrova Ocon, seguito da Vettel. I due scappano e approfittano del tappo creato da Latifi, terzo, davanti a Tsunoda e Sainz. Dietro Verstappen prova a lottare per la zona punti e riesce a tenere dietro anche Hamilton, impantanato con Gasly. L’inglese, allora, rientra ai box per passare a gomma bianca e rimettersi a caccia dell’olandese, che risponde al giro dopo, ma l’undercut è potente e la Mercedes si libera sia della Red Bull che della McLaren di Ricciardo.

Hamilton inizia a martellare, mentre Sainz approfitta dei pit-stop di Latifi e Tsunoda per iniziare a spingere, tanto da chiedere alla squadra di non rientrare subito perché ha il passo per andare. La scelta pagherà inizialmente. Lo spagnolo si avvicina alla vetta, così come Alonso, che si ritroverà addirittura leader del GP di Ungheria prima della sosta. Hamilton, però, è velocissimo e riprende il ferrarista, ma senza riuscire a infierire, cosa che permette al duo davanti di scappare, mentre dietro l’Alpine di Alonso si riavvicina creando un terzetto. La Mercedes, allora, passa al piano b e richiama Hamilton per montare gomme medie. Il campione del mondo in carica è su ritmi da 4 secondi in meno rispetto al resto della compagnia e riprende sia Sainz che il due volte iridato.

Inizia un duello bellissimo tra Alonso e Hamilton, con l’inglese costretto a perdere giri preziosi dietro allo spagnolo, liberandosene solo per un bloccaggio dell’ex compagno in McLaren. Il pilota Mercedes, poi, si libera agevolmente di Sainz e riesce ad arrivare a ridosso di Vettel e Ocon alla fine dell’ultimo giro. Il francese vince a sorpresa il GP di Ungheria davanti al pilota dell’Aston Martin e al campione britannico. Ma il tedesco verrà squalificato a causa della quantità di carburante trovata nell’auto, al di sotto del valore minimo. Terzo, dunque, Sainz, quarto Alonso. Gasly leva il punto addizionale del giro veloce a Hamilton, mentre Verstappen si accontenta della decima piazza, perdendo la vetta del mondiale. Bottas e Stroll saranno retrocessi di 5 posizioni in Belgio.

GP Ungheria pazzesco! Vince Ocon. Vettel squalificato. Hamilton primo nel mondiale.
To Top