GP di Turchia
F1 News: ultime notizie sulla Formula 1

GP di Turchia: Hamilton vince ed è campione del mondo. Ferrari bellissima

L’inglese vince a sorpresa un meraviglioso Gran Premio sul bagnato e raggiunge Schumacher come numero di mondiali vinti. Perez secondo per un soffio. Vettel sul podio, Leclerc se lo divora all’ultima staccata. Crollano Stroll e Bottas, tanti errori per Verstappen

Una gara senza precedenti in questo pazzo mondiale 2020. Il GP di Turchia lo vince a sorpresa Lewis Hamilton, che si aggiudica il settimo titolo mondiale in carriera. Raggiunge Michael Schumacher. Strepitose le Ferrari e Perez, mentre tracolla Bottas, addirittura doppiato. Ma andiamo con ordine. Al via scattano male le Red Bull, mentre Vettel riesce a rimontare sino alla terza posizione, dietro le due Racing Point. Leclerc, invece, rimane nel traffico, ma dopo pochi giri si gioca il jolly: passa da gomme da bagnato a intermedie. Una mossa azzeccata, ripetuta poco più avanti dal compagno di squadra, che non riesce però subito a mettere in temperatura le gomme. Verstappen, dopo la difficoltà iniziale, si riprende e inizia a spingere guadagnando terreno su Stroll e Perez.

La gara è ancora lunghissima. Prima si accende Hamilton, che arriva alle spalle di Vettel. Poi è il tedesco della Ferrari ad essere il più veloce dei primi 5. Ma chi davvero risale come una furia è Leclerc, arrivato a ridosso di Sainz in sesta posizione. Era 19esimo e distante più di 25 secondi dopo la sosta. Davanti, Verstappen si fa minaccioso su Perez, ma nel tentare il sorpasso finisce in testacoda. Primo di tanti errori per quello che era il favorito del GP di Turchia. Così come quelli di Bottas, autore di tre testacoda. La pista si asciuga e le gomme intermedie iniziano a faticare. Qualcuno opta per un’ulteriore sosta. Le Ferrari in primis, seguite da Stroll. Hamilton incredibilmente si prende la leadership della gara.

Alle spalle del britannico inizia la rimonta delle due Rosse. Leclerc gira tre secondi più veloce di quelli davanti e riduce il gap con la zona podio, mentre Stroll tracolla nelle retrovie dopo tre quarti di gara in testa. Il monegasco sopravanza Albon e Vettel, che ancora una volta non riesce subito a entrare in temperatura con le gomme, e si mette a caccia di Perez, che sembra irraggiungibile. Si accendono anche le McLaren, con Norris e, soprattutto, Sainz che recuperano posizioni. Il primo entra in zona punti, l’altro si mette quinto dopo un bel sorpasso su Ricciardo e sulle Red Bull, date anche le soste per le due vetture austriache. Verstappen, dopo l’ennesimo errore, riesce a superare solo Albon in sesta piazza.

Il finale è da brividi. A Vettel annunciano pioggia intensa nell’ultimo giro. Non arriverà. Hamilton ha gomme praticamente finite ma vuole arrivare in fondo. Ce la farà. Perez gestisce e respira con un paio di lunghi di Leclerc. Sembra finita, ma non è così. All’ultimo giro Sainz arriva su Vettel, che a sua volta arriva sul ferrarista, che a sua volta prende la Racing Point. Leclerc supera il messicano alla penultima variante per un errore dell’avversario. Arrivano sul penultimo rettilineo con la Ferrari seconda, ma in staccata il monegasco finisce in bloccaggio. Perez e Vettel passano. Sainz si accoda a Leclerc. Hamilton vince ed è campione del mondo. Secondo Perez, terzo Vettel. Un GP di Turchia di quelli che ricorderemo davvero per molto tempo.

GP di Turchia: Hamilton vince ed è campione del mondo. Ferrari bellissima
To Top