GP di Imola 2021
F1 News: ultime notizie sulla Formula 1

GP di Imola, vince Verstappen. Terzo Norris. Sfortunate le Ferrari

Il pilota olandese della Red Bull ha vinto il Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia Romagna, staccando di 20 secondi Lewis Hamilton. L’inglese si prende il punto addizionale per il giro veloce e rimane in testa al mondiale. Leclerc, secondo prima della bandiera rossa, chiude quarto, davanti a Sainz

Come abbiamo fatto a resistere per anni senza il GP di Imola. Una gara pazza, ricca di incidenti e colpi di scena, simile a quella della Turchia 2020. Anche prima del via, con il testacoda di Charles Leclerc alle Acque Minerali. A condire il tutto è stata la pioggia, che ha condizionato la prima parte del Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna. Alla partenza le Red Bull affiancano Hamilton, con Verstappen che in pista restituisce la spallata di sabato all’inglese, prendendosi subito la leadership della gara. Perez va lungo alla Variante Alta, lasciando strada libera alla Ferrari di Leclerc. Scatta bene anche Carlos Sainz, che dall’undicesima casella si mette all’ottavo posto alla caccia delle due McLaren. Lo spagnolo ha un ottimo ritmo ma ogni volta che si avvicina finisce per commettere un errore, quasi vanificando tutto.

Soffre maledettamente Gasly che grazie alla prima Safety Car, dovuta a un contatto tra Mazepin e Latifi, quest’ultimo finito a muro, entra ai box per montare gomme da bagnato estremo. Scelta che si rivela sbagliata, dato che le intermedie lavorano meglio. Perez rimedia uno Stop and Go di 10 secondi per aver ripreso la posizione dopo essere finito sulla ghiaia, superando le vetture davanti in regime di Safety Car. Anche Mick Schumacher rovina la sua gara andando a muro mentre scaldava le gomme dietro la macchina di sicurezza, rompendo l’ala anteriore. Alla ripartenza del GP di Imola, Hamilton prova subito a prendere Verstappen, ma deve guardarsi da Leclerc, che lo insidia nei primi giri. Il monegasco perde gradualmente terreno dalla coppia di testa, pur guadagnando sul resto del gruppo, finché le intermedie non si riprendono improvvisamente.

Da quel momento la Ferrari inizia a volare e la distanza dalla vetta si riduce giro dopo giro. Alle sue spalle, Sainz supera Ricciardo e si mette all’inseguimento di Norris. Intanto tutti i piloti passano a gomme d’asciutto. Dopo il pit-stop, Hamilton accelera e, approfittando dei doppiati, si rifà sotto a Verstappen. Ma proprio un doppiaggio tradisce l’inglese, che mette le gomme sull’umido e finisce lungo, rompendo l’ala anteriore. Leclerc sale al secondo posto con un vantaggio rassicurante su Norris, terzo. In aiuto dell’inglese, però, arriva involontariamente Bottas. Il finlandese viene a contatto con Russell ed entrambi vanno a muro con un incidente spettacolare. Bandiera rossa.

Alla ripartenza lanciata Verstappen va quasi in testacoda alla seconda Rivazza. Leclerc non lo supera e rimane spiazzato al secondo via. Ne approfitta Norris, che si mette davanti alla Ferrari in seconda posizione. Dietro, Hamilton inizia la rimonta, superando Stroll e Ricciardo, a caccia delle due Rosse. Dopo il sorpasso su Sainz, l’inglese si libera di Leclerc e Norris, salendo al secondo posto. Verstappen, in fuga, vince il GP di Imola, davanti al campione del mondo che resta leader della classifica grazie al punto addizionale per il giro veloce. Terza la McLaren di Norris, quarta e quinta le Ferrari di Leclerc e Sainz. Male Perez, più volte lungo anche dopo la ripartenza. Ritiro per Vettel su Aston Martin.

GP di Imola, vince Verstappen. Terzo Norris. Sfortunate le Ferrari
To Top