Marquez Austin 2021 honda
MotoGP News: ultime notizie sul Motomondiale

GP Austin, dominio Marquez. Secondo Quartararo, terzo Bagnaia

Sul Circuito delle Americhe, lo spagnolo della Honda è un martello per tutta la gara. Il ducatista, invece, supera le difficoltà iniziali e si prende il podio. Chiude sesto Enea Bastianini. Cadono Zarco e Aleix Espargarò. In Moto 3, dopo attimi di terrore, vince Guevara, in Moto 2 Raul Fernandez

America patria di Marc Marquez, come previsto. Lo spagnolo ha sempre dominato qualifiche e/o gara da quando si corre il GP di Austin in MotoGP. Non a caso su 8 edizioni sono arrivate 7 pole position e 7 vittorie, di cui l’ultima oggi. Ma andiamo con ordine. Al via, lo spagnolo della Honda HRC parte a fionda, scavalcando Quartararo e Bagnaia, quest’ultimo partito dalla prima casella. Lo strappo non arriva subito, ma l’otto volte campione del mondo prova a far capire sin dal primo giro che anche stavolta non rimarranno che le briciole agli avversari. Bagnaia, invece, perde contatto con i primi due dopo pochi chilometri, a causa di una strategia conservativa che lo porterà a riprendersi dopo la metà di gara.

Bene, invece, Alex Rins e Jorge Martin, che si mettono alle spalle del duo in fuga. Inizio promettente anche per Jack Miller, che arriva a scavalcare persino Bagnaia, mettendosi a caccia del podio. Risale da dietro Enea Bastianini, mentre Luca Marini, partito nono, non sarà autore di una gara memorabile, come lo sono state le qualifiche del sabato. Marquez inizia ad abbassare il tempo sul giro, arrivando a toccare anche un 2:04:300 irraggiungibile per tutto il resto della compagnia. Quartararo, a sua volta, riesce a staccarsi da Martin, terzo, e a mantenersi entro i 5 secondi dal leader. Chi si risveglia all’improvviso, come detto, è Pecco Bagnaia, che da una svolta al suo GP di Austin.

Il ducatista, sceso fino alla sesta posizione, dapprima riprende Alex Rins. Poi si avvicina e viene fatto passare da Jack Miller, che iniziava a fare fatica con le gomme. Ma Bagnaia vuole il podio e riesce a recuperare terreno a Martin, che lo aiuta finendo per tagliare una delle curve del serpentone iniziale del circuito, rimediando un long lap penalty. Ma il torinese non si fida e lo sorpassa appena possibile, conquistando la terza posizione. Lo spagnolo della Pramac, invece, sconta la penalità durante l’ultimo giro e si deve accodare a Rins in quinta piazza. Eccellente il finale di Bastianini, che chiude sesto. Vince il GP di Austin Marc Marquez, davanti a Quartararo e Bagnaia.

Follia pura in Moto 3 sul bagnato. Oncu, sospeso per due gare, sul rettilineo opposto a quello dei box, fa una manovra di scatto, finendo per colpire l’anteriore di Alcoba e causando una carambola al centro del tracciato, dove rimangono i due piloti miracolosamente illesi. La moto di Oncu viene colpita da quelle di Migno e di Acosta, che cadono a loro volta. Gli altri piloti riescono ad evitare i colleghi a terra per un soffio. Alla fine vince il GP di Austin di categoria Guevara, nonostante la rottura della propria moto, davanti a Foggia e McPhee. In Moto 2 trionfa ancora Raul Fernandez davanti a due italiani: Fabio Di Giannantonio e Marco Bezzecchi. Caduto Remy Gardner.

GP Austin, dominio Marquez. Secondo Quartararo, terzo Bagnaia
To Top