GP Turchia 2020
F1 News: ultime notizie sulla Formula 1

Turchia a rischio nel 2021. Controlli dal GP di Francia per le ali flessibili

A causa della Pandemia l’appuntamento di Istanbul è in forse. Per sostituirlo si pensa a un doppio Gran Premio in Austria. Ci saranno controlli più severi dalla gara transalpina, con occhi puntati soprattutto sulle ali della Red Bull

La Formula 1 è ai box dopo il doppio appuntamento consecutivo nelle due settimane trascorse tra Portogallo e Spagna. In entrambi i casi il vincitore è stato Lewis Hamilton, con un copione simile anche per quel che riguarda il modo con cui l’inglese ha realizzato questa doppietta. Dapprima superato da Verstappen al via, in entrambi i GP, è riuscito a rimontare e a chiudere davanti all’Olandese, sempre secondo. Ha chiuso terzo tutte e due le volte Valtteri Bottas con l’altra Mercedes. Molta più incertezza alle spalle dei primi tre, con la Ferrari, la McLaren e la Red Bull di Perez a contendersi la quarta piazza. Una volta l’ha spuntata il messicano, l’altra Leclerc, con un avvio di Spanish GP impressionante. A proposito di cose incerte, bisogna citare il Gran Premio di Turchia.

Iniziano a circolare timori, infatti, che la gara di Istanbul possa saltare nel 2021. Questo a causa, come sempre di recente, della Pandemia da Coronavirus che dilaga in tutto il mondo. Da alcuni Paesi europei, come la Gran Bretagna, la Turchia viene vista addirittura come zona rossa, cioè ad alto coefficiente di rischio per il Covid-19. Inoltre, una volta raggiunto il territorio turco, è necessario osservare un periodo di quarantena obbligatoria, che va a rallentare e non poco i lavori di allestimento del paddok. Una situazione di non facile interpretazione alla quale Stefano Domenicali sta cercando di trovare una soluzione per mantenere inalterato il numero di Gran Premi nel 2021, ossia 23.

Se l’evento in Turchia non dovesse disputarsi a causa della Pandemia, un’alternativa potrebbe essere già in tasca a Liberty Media, riprendendo quello che spesso è stato fatto nel 2020: disputare un doppio Gran Premio sul medesimo circuito. Quello più adatto, al momento, sarebbe il Red Bull Ring di Spielberg. Come nello scorso mondiale, dunque, potrebbero esserci il GP d’Austria e quello di Stiria, dal nome della regione che ospita il circuito. In tal caso, il primo dei due Gran Premi si disputerebbe il 27 giugno, mentre il secondo nel weekend successivo, ossia il 4 luglio. Il tutto, anticipando il GP di Francia al 20 giugno.

A proposito della gara transalpina, la FIA introdurrà ulteriori verifiche a partire dal GP sul circuito Paul Ricard. Questo perché dal 15 giugno entreranno in vigore nuove regole riguardanti la flessibilità delle ali delle monoposto di Formula 1. Il tutto a seguito di alcune immagini relative ai Gran Premi corsi finora in cui si evidenziavano profili del retrotreno che si schiacciavano a velocità elevate per ridurre la resistenza all’avanzamento, tornando in posizione originale, conforme al regolamento, nei tratti guidati. Un qualcosa che non è piaciuto alla Federazione, che vuole vederci chiaro. Specialmente sulla soluzione adottata da Red Bull, che tra tutte le scuderie che usano questo tipo di ali, è la più prestazionale.

Turchia a rischio nel 2021. Controlli dal GP di Francia per le ali flessibili
To Top