Formula 1 Nathalie Maillet
F1 News: ultime notizie sulla Formula 1

Formula 1 sotto shock: uccisa Nathalie Maillet, direttrice di SPA

Una notizia incredibile e alquanto triste, che racconta dell’omicidio in casa propria della numero 1 del circuito belga, dove si correrà il 29 agosto. La Maillet è stata assassinata con un amico dal marito, che poi si è tolto la vita a sua volta

La Formula 1 è ancora nel pieno della pausa estiva e tornerà tra due settimane con il Gran Premio del Belgio, previsto per le ore 15:00 di domenica 29 agosto. Sul circuito storico di SPA si riaccenderà il duello tra Hamilton e Verstappen, il quale manterrà la stessa power unit dell’Ungheria per evitare penalizzazioni sulla griglia di partenza. Red Bull ha fatto sapere che prima proverà a salvare il propulsore di Silverstone e poi deciderà il circuito adatto dove incorrere nella retrocessione di qualche posizione per recuperare in pista. Si ripartirà anche con la sfida per il terzo posto del campionato costruttori tra McLaren e Ferrari, con la Rossa pronta a portare degli sviluppi in pista a Monza. Piccola anticipazione del 2022. Ma oggi il circus è sotto shock per una notizia che arriva proprio dal Belgio.

Nathalie Maillet, direttrice del circuito di SPA-Francorchamps, è stata uccisa in casa nelle scorse ore. Le prime voci che arrivano dai media belgi parlano di un duplice omicidio avvenuto nell’abitazione della donna, che si sarebbe trovata in compagnia di un amico. Autore del folle gesto è il marito Franz Dubois, che per gli appassionati di motori è piuttosto noto, in quanto fondatore della VW Fun Cup. Dopo aver assassinato moglie e amico della moglie, Dubois si sarebbe tolto la vita a sua volta.

Una notizia a dir poco sconvolgente che arriva a poche settimane da alcune dichiarazioni rilasciate da Nathalie Maillet a proposito del circuito di SPA. La direttrice dell’autodromo belga, infatti, aveva parlato di apportare alcune modifiche al tracciato in modo tale da rendere più avvincenti le corse di Formula 1 e delle auto in generale nei prossimi anni, ma soprattutto per far sì che potessero tornare dopo tanto tempo anche le MotoGP a correre in Belgio. Una prospettiva che piaceva a tutti gli addetti ai lavori, tanto che Dorna aveva intenzione di ascoltare le proposte della Maillet per organizzare il ritorno del Motomondiale in terra belga.

Una tragedia che difficilmente verrà rimossa dalle menti di addetti ai lavori e appassionati di Formula 1. La conferma del duplice omicidio, seguito dal suicidio del marito della Maillet, è arrivata anche dal sindaco di Gouvy, in Lussemburgo, che ha parlato di un avviso arrivatole da parte della polizia locale alle ore 02:30 del mattino circa nella notte tra sabato 14 e domenica 15 agosto. Tutto il mondo del motorsport, dunque, si stringe attorno alla famiglia dell’ex direttrice di SPA-Francorchamps, così come la redazione di Quanteruote.it.

Formula 1 sotto shock: uccisa Nathalie Maillet, direttrice di SPA
To Top