Fabbrica Ferrari Maranello
F1 News: ultime notizie sulla Formula 1

Ferrari, pronto il nuovo simulatore. Mercedes, aggiornamenti a Silverstone

Il Cavallino Rampante pensa già al 2022 e lo fa inaugurando un rivoluzionario simulatore che aiuterà il team nello sviluppo della nuova monoposto. Il team di Brackley, nel frattempo, porta alcune novità per il GP inglese che si correrà il prossimo weekend, con tanto di Sprint Race

La Formula 1 si appresta a sbarcare in Inghilterra. Nel prossimo weekend, dopo i due appuntamenti consecutivi in Austria, si correrà il Gran Premio di Silverstone. L’autodromo britannico sarà aperto al pubblico, nonostante le problematiche legate alla variante delta del Coronavirus, e gli spettatori avranno la possibilità di assistere dal vivo alla prima Sprint Race della storia. Questa si correrà sabato, avrà la durata di 100 km, percorsi in circa 25/30 minuti, determinerà la griglia di partenza del GP di domenica e assegnerà anche punti iridati: 3 al vincitore, 2 al secondo e 1 al terzo. Nessun obbligo di pit-stop e cambi gomme, si corre tutto d’un fiato se ci si riesce. La griglia di partenza si determina il venerdì con le qualifiche normali. Nell’attesa, c’è chi guarda già al futuro, come Ferrari.

Il team italiano, infatti, sta lavorando da mesi allo sviluppo dell’auto di nuova generazione, che inizierà a correre dal 2022. Il Cavallino Rampante, che non dovrebbe più sviluppare la SF21 da dopo la pausa estiva, si sta portando avanti con la tabella di marcia e da oggi avrà anche un’arma in più. Parliamo di un rivoluzionario simulatore sviluppato a Maranello, rigorosamente top secret a livello di immagini per non avvantaggiare la concorrenza. Un progetto che era già stato elaborato anni fa, ma mai concretamente finanziato, e che adesso torna alla ribalta ed è stato finalmente realizzato. Si tratta di un simulatore molto diverso rispetto a quello finora usato dalla maggior parte delle scuderie, conosciuto come “Ragno”.

Il marchingegno sviluppato nel 2009 da Dallara, dunque, andrà presto in pensione nella fabbrica Ferrari e verrà sostituito da questo gioiello tecnologico, il cui sviluppo sarà affidato a Marco Adurno. Parliamo di un ex membro della Red Bull, portato nella scuderia italiana da poco più di un anno. Da Maranello giurano che potrebbe finalmente essere arrivata la svolta definitiva per limare il gap con la concorrenza e tornare a dominare in Formula 1. Questo perché il nuovo simulatore darà la possibilità a piloti e ingegneri di interfacciarsi con un auto digitale del tutto fedele a quella reale. Il che consentirà al team di lavorare nel dettaglio e arrivare prima a capire quelli che potranno essere eventuali criticità nello sviluppo della monoposto.

Se Ferrari, dunque, pensa agli aggiornamenti per il 2022, Mercedes lo fa per Silverstone. Questo nella speranza di ridurre il distacco da una Red Bull mai così competitiva negli ultimi 10 anni. Da Brackley fanno sapere, tramite l’ingegnere Andrew Shovlin, che per il GP inglese Mercedes ha un aggiornamento piuttosto stimolante. Ma solo in pista sapremo quanto la soluzione del team anglo-tedesco possa davvero funzionare. Hamilton, che ha parlato del fatto che le sprint race potrebbero rivelarsi noiose, crede ancora nella rimonta su Verstappen. Per farlo, però, dovrà ricominciare a vincere proprio nel suo feudo preferito, lì dove ha sempre vinto negli ultimi anni, a parte il 2018, quando trionfò Vettel con la Ferrari.

Ferrari, pronto il nuovo simulatore. Mercedes, aggiornamenti a Silverstone
To Top