Mika Salo Ferrari
F1 News: ultime notizie sulla Formula 1

Ferrari, Salo: “Le sanzioni del 2020? Era uno stupido scherzo tra amici”. Oggi viene presentato il team

La scuderia di Maranello presenta la nuova coppia di piloti in un evento rigorosamente in streaming. L’ex pilota della Rossa, intanto, ha smentito di essere a conoscenza dei dettagli sulle sanzioni inflitte alle monoposto italiane nello scorso mondiale, dopo aver parlato di quantità di carburante inferiore a disposizione in una diretta social

La Formula 1 è ancora ai box, ma manca sempre meno all’inizio della stagione 2021. Il mondiale partirà ufficialmente il 28 marzo in Bahrain, ma sempre sul circuito di Sakhir andranno in scena, qualche settimana prima, i test invernali. Tutte le scuderie, dunque, stanno lavorando alacremente per mettere a punto gli ultimi dettagli prima dell’esordio in pista. Tra queste c’è anche la grande delusa dello scorso anno: Ferrari. Il team italiano, dunque, punta a rientrare in gioco per la vittoria, o quantomeno per il podio, sia in classifica costruttori che in quella piloti. Le prestazioni della scorsa stagione sono state deludenti, ma sembrava finalmente essere uscita allo scoperto una spiegazione in più sul perché le rosse fossero così lente, specialmente rispetto al 2019.

A spiegare la situazione, svelando una delle possibili sanzioni inflitte alla Ferrari nello scorso mondiale, è stato Mika Salo. L’ex pilota della Rossa, che prese il posto di Michael Schumacher nel 1999, a seguito del terribile incidente di Silverstone occorso al tedesco, aveva rivelato inizialmente dei dettagli importanti sulle sanzioni imposte alla squadra di Maranello per aver “imbrogliato” nella realizzazione della Power Unit 2019. Queste le sue parole in una diretta su Twitch:

“Avevano motori che consumavano meno carburante di quanto gli fosse consentito. Questa stagione andrà meglio perché alla Ferrari sarà consentito di utilizzare nuovamente la piena potenza. Il fatto che alla Ferrari sia stato permesso di utilizzare meno carburante di quanto consentito nel 2020 è stata la punizione per aver imbrogliato l’anno precedente”

Una sanzione che, secondo Salo, sarebbe stata poi espansa anche ai team clienti di Ferrari, ovvero Alfa Romeo e HAAS. Dopo il grande clamore alzatosi a causa di quelle dichiarazioni, Salo ha fatto dietrofront, smentendo ogni sua possibile conoscenza sull’accaduto nel 2020:

“Non sono stato completamente compreso. Voglio chiarire che non conosco i dettagli dell’accordo tra Ferrari e FIA. Stavamo parlando di ciò che è stato annunciato dal team e dai media a riguardo. Era uno stupido scherzo in una normale conversazione tra due amici. Non sono a conoscenza di quell’accordo e se lo sapessi non ne parlerei di certo”

Insomma, non c’è ancora una spiegazione reale del perché le rosse abbiano avuto una stagione così difficile nel 2020. La speranza è che Ferrari torni subito in alto già nel 2021. La vettura sarà svelata il 10 marzo, mentre oggi verranno presentati i due piloti: Charles Leclerc e Carlos Sainz. Il tutto in un evento rigorosamente online, disponibile dalle ore 14:00. Le interviste ai due piloti saranno effettuate alle ore 17:00.

Ferrari, Salo: “Le sanzioni del 2020? Era uno stupido scherzo tra amici”. Oggi viene presentato il team
To Top