F1 News: ultime notizie sulla Formula 1

F1, meno carico aerodinamico nel 2021. Panthera Team Asia punta il 2022

Squadre d’accordo sulla riduzione del carico aerodinamico sulle monoposto del 2021. Gli obiettivi sono tagliare i costi e consumare meno le gomme, ma la FIA deve studiare un nuovo regolamento. Il team asiatco, intanto, punta l’esordio nel 2022

Si viaggia a ritmi serrati. Non in pista, ovviamente, dove tutto è fermo a causa del Coronavirus. Ma la F1, prosegue nel dietro le quinte, tra novità tecniche e nuove scuderie pronte ad affacciarsi nel mondo della velocità. Il tutto nel prossimo biennio. Tra il 2021 e il 2022, infatti, ci saranno alcuni cambiamenti sulle monoposto, prima della rivoluzione del telaio posticipata di un anno.

Per la stagione 2021 di Formula 1, la FIA ha ufficializzato che i team gareggeranno con gli stessi telai del mondiale attuale, che dovrebbe iniziare a luglio. In aggiunta, però, hanno cominciato a susseguirsi una serie di voci, molte delle quali ancora senza riscontro. Tra queste, la limitazione allo sviluppo della Power Unit per le vetture di F1, attraverso un sistema a gettoni ancora più rigido di quello attuale. L’ultima indiscrezione, però, riguarda l’aerodinamica.

Ci sarebbe, infatti, un accordo tra le diverse squadre di F1 per ridurre il carico aerodinamico in vista del 2021. Il tutto servirebbe ai team per limitare i costi di sviluppo delle monoposto ed evitare problemi con gli pneumatici Pirelli. L’attuale gomma, prodotta dall’azienda italiana, è concepita per lavorare su macchine con prestazioni di livello decisamente inferiore. Infatti, non sarebbero compatibili con quelle che potrebbero prodursi al termine di un triennio di sviluppo senza freni.

Senza diminuzione del carico aerodinamico, dunque, si può verificare un aumento del carico verticale sugli pneumatici. In sostanza, un degrado maggiore sulle gomme. Questo andrebbe a intaccare le prestazioni delle F1 e la sicurezza dei piloti in pista, oltre che lo spettacolo. La difficoltà maggiore, però, ricade sulla federazione. Infatti, bisognerà introdurre un nuovo regolamento che possa adattarsi a telai sviluppati per altre regole aerodinamiche. Inoltre, i cambiamenti aerodinamici non dovranno intaccare il bilanciamento della vettura. Pena la creazione di sottosterzo e sovrasterzo, che renderebbero la monoposto molto difficile da guidare.

Il tutto, in attesa della rivoluzione tecnica del 2022, posticipata di un anno a causa del coronavirus. Così come scavallerà di una stagione l’ingresso in F1 del Panthera Team Asia. La squadra asiatica, con base nel Regno Unito, non ha mai smesso di lavorare allo sviluppo del proprio bolide, basandosi già sul nuovo regolamento. Ad ammetterlo è Benjamin Durand. Il team principal della scuderia indiana, infatti, ha dichiarato che un gruppo di persone è a lavoro costante per sviluppare l’aerodinamica della vettura. Gli investitori, inoltre, stanno portando avanti il progetto senza soluzione di continuità.

F1, meno carico aerodinamico nel 2021. Panthera Team Asia punta il 2022
To Top