Ducati Box
MotoGP News: ultime notizie sul Motomondiale

Ducati raddoppia: accordo con i team Gresini e VR46

La scuderia di Borgo Panigale fornirà le proprie moto alle due squadre italiane che entreranno a far parte della MotoGP dal prossimo anno. Saranno, dunque, otto i bolidi a due ruote in pista per il team italiano

Torniamo in modalità gara. La MotoGP, insieme alla Formula 1, torna in questo weekend con il tortuoso Gran Premio del Sachsenring. La corsa in Germania scatterà alle ore 14:00 di domenica 20 giugno 2021. Chi vorrà riprendersi ciò che gli è stato tolto da un briciolo di sfortuna, con la tuta che si è aperta in Catalogna nel finale, è Fabio Quartararo. Il francese, sempre leader del Motomondiale, vuole provare a rimettere distacco tra sé e i diretti avversari. Il più vicino, al momento, è il connazionale Johann Zarco. Leggermente più staccato, invece, è il nostro Pecco Bagnaia, andato un pochino in affanno nelle ultime gare. Su tutte il K.O. del Mugello quando era in prima posizione. Due Ducati all’inseguimento della Yamaha, che diventano tre se si aggiunge Jack Miller.

Ma a proposito del team di Borgo Panigale, c’è una notizia che ne amplia e di molto le prospettive a partire dal prossimo mondiale. Ducati, infatti, passerà da 6 a 8 moto da poter schierare in pista a partire dal 2022. Questo perché è praticamente arrivato l’accordo tra la scuderia rossa e due team che entreranno a far parte del paddok a partire dalla prossima edizione del Motomondiale. Parliamo dei teams Gresini e VR46. Il rientro in MotoGP come squadra autonoma rispetto ad Aprilia era stato annunciato già dal compianto Fausto Gresini nella scorsa annata, ma ancora non era chiaro chi avrebbe fornito le moto.

Si era parlato di un possibile legame con Suzuki, data l’amicizia con quello che era il Manager della squadra giapponese: Davide Brivio. Ma il passaggio del dirigente italiano in Formula 1, al comando della neonata scuderia Alpine, e il non decidersi del team nipponico hanno fatto virare il board di Gresini su Ducati, da subito disponibile a fornire le moto per i prossimi mondiali. Accordo di due anni raggiunto durante il weekend del Mugello. Anche il team del Dottore era alla ricerca della scuderia con la quale siglare l’accordo definitivo. Alcuni passi in avanti con Ducati erano stati già fatti qualche settimana fa, ma rimanevano in ballo anche Yamaha e Aprilia, definitivamente superate dalla scuderia di Borgo Panigale. L’annuncio arriverà solo tra qualche giorno e sarà un contratto di 3 anni.

Ducati, dunque, avrà un parco moto davvero ampio, aggiudicandosi la possibilità anche di schierare sulla griglia di partenza alcuni dei motociclisti più giovani e promettenti del panorama italiano e internazionale. Tra questi Fabio Di Giannantonio, attualmente in Moto 2. Inoltre, a livello di mondiale costruttori, avere 8 moto a disposizione significa aumentare a dismisura le chances di vincere il campionato riservato alle scuderie, ripagando così gli sforzi economici che inevitabilmente saranno più alti rispetto al passato.

Ducati raddoppia: accordo con i team Gresini e VR46
To Top