Caso Racing Point
F1 News: ultime notizie sulla Formula 1

Caso Racing Point, arriva la penalità: 15 punti tolti al team e multa

E’ arrivata la decisione della FIA dopo i diversi reclami presentati da Renault per i freni copiati dalla Mercedes: decurtati 7,5 punti a monoposto in classifica e un’ammenda pesante

La Formula 1 sta per tornare in pista a Silverstone, per il secondo appuntamento consecutivo sul circuito britannico. Lewis Hamilton, dopo la vittoria con il brivido finale nel Gran Premio di Gran Bretagna, vuole ripetersi nel GP del 70° Anniversario. Il compagno di squadra, Valtteri Bottas, è alla ricerca, invece, di una riscossa. Stesso problema del campione del mondo, con la foratura della gomma anteriore sinistra, ma esito completamente diverso: addirittura fuori dalla zona punti. In generale, dunque, la Mercedes vuole continuare a dominare il mondiale 2020. Qualcuno, poi, ha tentato di prendere spunto dalle Frecce d’Argento, forse in maniera un po’ troppo fedele. Parliamo del caso Racing Point.

La scuderia rosa, infatti, ha ottenuto brillanti risultati in questo inizio di stagione. Specialmente se si guarda alla doppia tappa austriaca. In terra inglese, le monoposto di Huklenberg, che sostituisce Perez, e Stroll hanno faticato un po’ di più. La prima, addirittura, non ha neanche preso il via per un problema alla power unit, ma il potenziale resta importante. Tanto che qualcuno ha paragonato le due vetture alle Mercedes 2019. In particolare Renault, che ha presentato diversi esposti alla FIA. Il primo è arrivato il 16 luglio, il secondo, invece, il 2 agosto. Da qui si è aperto il caso Racing Point che finalmente sembra arrivato alla svolta.

Renault, infatti, ha focalizzato l’attenzione della Federazione su un preciso particolare tecnico. Il regolamento prevede che determinati componenti delle monoposto non possano essere ceduti da un team factory a uno cliente. Tra questi rientrano le prese dei freni, considerate dalla scuderia francese identiche a quelle utilizzate da Mercedes nel 2019. Da qui è partito il reclamo della squadra transalpina, che ha acceso i riflettori sul caso Racing Point, oggi arrivato alla definitiva conclusione.

La FIA, infatti, dopo aver valutato attentamente il caso, ha dato ragione a Renault. Il team di papà Stroll è stato, perciò, penalizzato in classifica costruttori con 15 punti decurtati. Nello specifico si tratta di 7.5 punti in meno per ciascuna delle due monoposto nel Gran Premio di Stiria, il secondo stagionale, così come la multa da 400 mila dollari. Per quanto riguarda gli altri gran premi corsi, ossia Ungheria e Inghilterra, si è provveduto a una reprimenda. Non si è deciso per sanzioni più gravi nei confronti della scuderia inglese in quanto la FIA ha riconosciuto che il passaggio di conoscenze è avvenuto prima che il regolamento stabilisse che le prese dei freni fossero nell’elenco delle “parti listate”, cioè di quelle non cedibili. Il caso Racing Point, dunque, si può considerare ufficialmente chiuso.

Caso Racing Point, arriva la penalità: 15 punti tolti al team e multa
To Top