Montreal a rischio nel calendario 2021
F1 News: ultime notizie sulla Formula 1

Calendario F1, ipotesi Turchia e Bahrain Bis al posto di Canada e Brasile

Qualora la Pandemia da Coronavirus non dovesse accennare a diminuire, Liberty Media sta già lavorando ad alcune alternative per mantenere tutte e 23 le gare previste nel 2021. A Sakhir potrebbe tornare il layout della scorsa stagione

Buona Pasquetta a tutti i lettori di Quanteruote.it. La Formula 1 è in attesa di tornare in pista per il secondo Gran Premio del Mondiale 2021. Dopo il GP del Bahrain toccherà a quello dell’Emilia Romagna sul circuito di Imola, che prenderà il via domenica 18 aprile alle ore 14:00. La domanda che tutti si pongono è chi sarà il team dominante all’Autodromo Dino ed Enzo Ferrari, sperando che le Rosse di Sainz e Leclerc possano tornare ancora più competitive ed insidiare le favorite Mercedes e Red Bull. Occhio anche alla McLaren, che tanto bene ha fatto a Sakhir con Norris e Ricciardo. A proposito del circuito del Bahrain, questo potrebbe tornare una seconda volta nel calendario 2021. Il tutto, ovviamente, a causa della Pandemia da Coronavirus che non si decide a mollare la presa, specialmente nelle Americhe.

Sono a rischio, infatti, due Gran Premi dei 23 previsti nel calendario attuale. Il primo, in ordine di tempo, è quello del Canada. Sul circuito di Montreal si dovrebbe correre nel weekend del 13 giugno, ma la situazione legata alla crisi sanitaria al momento non garantisce il regolare svolgersi dell’evento. Il problema sta nel trovare una pista che sia pronta ad accogliere la Formula 1 subito dopo l’appuntamento in Azerbajan. Secondo rumors che arrivano da fonti vicino a Liberty Media, sembra che il circuito destinato a sostituire eventualmente quello canadese sia quello della Turchia. Una gara, quella di Istanbul, che è stata particolarmente apprezzata la scorsa stagione dai tifosi e dai piloti, con l’incognita meteo che ha reso il GP ancor più divertente e imprevedibile. Se lo ricorda bene soprattutto Lewis Hamilton, che ha vinto corsa e settimo titolo mondiale.

Il secondo Gran Premio a rischio nel 2021, invece, sarebbe quello del Brasile. Una gara che si dovrebbe disputare nel finale di stagione, dato che figura nel calendario nel weekend del 7 novembre. Nel caso in cui la situazione a Interlagos non dovesse migliorare dal punto di vista sanitario, la Formula 1 potrebbe decidere di tornare in Bahrain per un secondo appuntamento. Non è da escludersi, a quel punto, l’utilizzo del layout corto del circuito, quello che si è già visto durante il mondiale 2020. Certo è che mancano ancora mesi all’evento brasiliano, ma è giusto pensare sin da ora a un possibile piano B.

Resta in bilico, oltre a Brasile e Canada, anche il GP delle Americhe ad Austin, così come tutta la parentesi asiatica, con Singapore, Giappone e Cina. Il tutto nonostante le parole di Stefano Domenicali, che ha parlato recentemente di nuove chance per correre nel 2021 il GP di Shanghai. L’unica cosa certa è che Liberty Media sta già studiando tutte le alternative del caso per fare in modo che il Gran Premi del calendario attuale restino 23, così che quello del 2021 resti a tutti gli effetti il Mondiale di Formula 1 più lungo della storia di questo sport.

Calendario F1, ipotesi Turchia e Bahrain Bis al posto di Canada e Brasile
To Top