Bottas GP Turchia 2021
F1 News: ultime notizie sulla Formula 1

Bottas vince in Turchia. Red Bull sul podio. Rammarico Leclerc, rabbia Hamilton

Il finlandese della Mercedes ha vinto davanti a Verstappen e Perez. Ottima la gara delle due Ferrari. Peccato per il monegasco nel finale, che ha messo in temperatura le gomme con difficoltà perdendo il podio. Sainz rimonta dall’ultima fila in ottava posizione

La Formula 1, quando ci sono gare come questa, non può che emozionare e tenere con il fiato sospeso tutti gli appassionati. Una corsa tiratissima quella in Turchia, decisasi solo nel finale. A spuntarla è stato un perfetto Valtteri Bottas, che ha preceduto sul traguardo le due Red Bull, rispettivamente di Max Verstappen, nuovamente leader del mondiale, e Sergio Perez. Ma andiamo con ordine. Al via scattano bene i primi tre, tra cui c’è Leclerc, mentre Gasly e Alonso vengono a contatto, con l’Alpine che finisce in testacoda. Anche lo spagnolo fa girare un avversario: Mick Schumacher su HAAS. Per entrambi sono stati comminati 5 secondi di penalità. Carlos Sainz, dopo un bel duello vinto con Ricciardo, inizia la sua personale rimonta dalle retrovie. Dopo 12 giri è già decimo.

Chi fa più fatica del previsto al via, invece, è Hamilton, che ci mette qualche giro a ingranare la marcia giusta, anche perché Tsunoda gli complica la vita per diverse tornate. Appena liberatosi del giapponese, però, il campione del mondo in carica inizia a martellare, recuperando anche sul terzetto di testa. Bottas, Verstappen e Leclerc girano praticamente sugli stessi tempi, alternandosi nelle prestazioni. Il distacco, però, rimane invariato sui 2 secondi e mezzo tra loro. La pista non si asciuga e in molti allungano la vita della gomma intermedia. Chi rientra in modo anticipato, invece, è Daniel Ricciardo, che prova a montare una gomma verde nuova, sperando di dare una svolta alla gara. La sua McLaren non migliorerà le prestazioni inizialmente, salvo farlo nel finale.

Davanti, invece, aspettano i tre quarti della gara per rientrare ai box, ma a un certo punto gli pneumatici iniziano a perdere temperatura su alcune monoposto. Sainz prova a rientrare, anche per capire cosa fare in Ferrari con Leclerc, ma la sosta si allunga per il troppo traffico, finendo per perdere 8 secondi. Dopo qualche giro di riscaldamento la Rossa dello spagnolo inizia ad essere la macchina più veloce in pista, cosa che convince anche Red Bull e Mercedes a far rientrare Verstappen e Bottas. Leclerc, invece, prova l’azzardo: fare tutti e 58 i giri sulla gomma di partenza. All’inizio il monegasco tiene bene il ritmo, ma appena le intermedie nuove raggiungono la giusta temperatura, lo scenario cambia.

Bottas riprende e supera Leclerc, che dopo 2 giri dal sorpasso decide di fermarsi. Continua Hamilton, che discute sull’argomento box a lungo con gli ingegneri, salvo decidersi a rientrare. Sia il ferrarista che il pilota Mercedes, però, avranno lo stesso tipo di problema: la gomma non reagisce subito, costringendo entrambi a perdere molto terreno in pista. Perez, che aveva lottato con Hamilton per difendere la propria posizione prima della sosta, supera Leclerc e si prende il podio. L’inglese resiste agli attacchi di Gasly e Norris e porta a casa la quinta posizione, ma è una furia con la squadra. Bottas, con tanto di giro veloce nell’ultimo passaggio, vince il GP di Turchia davanti alle due Red Bull. Ottimo Sainz, ottavo. Peccato per Vettel, il cui azzardo su gomma slick non ha pagato.

Bottas vince in Turchia. Red Bull sul podio. Rammarico Leclerc, rabbia Hamilton
To Top