Binder GP d'Austria 2021
MotoGP News: ultime notizie sul Motomondiale

Binder pazzesco, vince con gomme d’asciutto sotto il diluvio. Secondo Bagnaia

Il pilota sudafricano della KTM percorre gli ultimi 3 giri del GP d’Austria sotto il diluvio senza rientrare ai box per cambiare moto. Chiude il podio Martin, out Marquez. Ottimo ottavo posto per Rossi. In Moto 3 vince Garcia, in Moto 2 Raul Fernandez

Buon Ferragosto ai nostri lettori! Un GP d’Austria con un finale meraviglioso! Alla fine la spunta Brad Binder, autore di un autentico miracolo con la sua KTM, davanti a Bagnaia e Martin, pole man di giornata. Al via, sotto dei nuvoloni minacciosi, si scatta con gara asciutta. Prende subito il comando Martin, che prova a scappare via, mentre Bagnaia, dopo una partenza così così, rimonta approfittando di qualche lungo degli avversari. Pochi giri e il ducatista si prende la prima piazza, mentre al suo seguito si mettono Quartararo e Marquez. Martin, vincitore del GP di Stiria, fatica leggermente di più e si stacca dal terzetto di testa, rimanendo comunque a tiro. Nelle retrovie accade un primo colpo di scena: la moto di Enea Bastianini perde parte della carena, all’altezza della pancia, ed è costretta al ritiro anzitempo.

La gara sembra scorrere piuttosto tranquilla, con un filone logico abbastanza intuibile. Bagnaia approfitta del motorone Ducati per allungare nei primi due settori, mentre Quartararo e Marquez inseguono e accorciano nel resto del circuito. Dietro, Martin lotta con Binder, Zarco, Miller e Mir per la quarta piazza, ma il suo compagno francese scivola nelle ultime curve e finisce fuori dall’Austrian GP. Una botta per la classifica del Motomondiale, con il leader della graduatoria in lotta per la vittoria. Ma proprio Quartararo viene ingaggiato da Marquez e il pilota della Yamaha, in curva 3, stacca tardissimo pur di non farsi sopravanzare, finendo inevitabilmente lungo e lasciando strada all’otto volte campione del mondo.

Bagnaia continua a guidare l’Austrian GP, ma anche lui viene incalzato da Marquez, con il quale si accende un bel duello che mette lo spagnolo davanti dopo qualche batti e ribatti. Il tutto fino al momento in cui la gara subisce un ribaltamento a causa della pioggia. I primi a rientrare sono Miller e Mir, mentre tutto il gruppo di testa, con il terzetto diventato sestetto, continua a stare fuori. L’intensità dell’acqua aumenta e a tre giri dalla fine anche il trenino in vetta decide di rientrare ai box per saltare sulla moto da bagnato. Tutti tranne uno: Brad Binder. Il sudafricano, infatti, gioca il jolly, alla pari di altri piloti, tra cui Valentino Rossi, che a un certo punto si ritrova addirittura sul podio, salvo chiudere con un bellissimo ottavo posto.

Il finale è thriller. Dopo un giro dal rientro in pista, Marquez scivola in curva 1 e sempre lì Quartararo finisce lunghissimo. Bagnaia e Martin ne approfittano e mettono il turbo con le gomme da bagnato. Binder barcolla ma percorre sotto un vero diluvio l’ultimo giro senza cadere e compiendo il miracolo. Il GP d’Austria è suo. Dietro, Bagnaia recupera 9 posizioni in un giro, approfittando delle difficoltà di chi è su pneumatici lisci, e chiude in seconda posizione. Terzo, invece, Martin, con Mir ai piedi del podio. Ottimo quinto posto per Luca Marini, mentre Quartararo è solo settimo. In Moto 3 Garcia batte Oncu sul photofinish, con Foggia che è terzo in rimonta. In Moto 2 trionfa Raul Fernandez, davanti a Ogura e Augusto Fernandez.

Binder pazzesco, vince con gomme d’asciutto sotto il diluvio. Secondo Bagnaia
To Top