Austrian GP
F1 News: ultime notizie sulla Formula 1

Austrian GP: dominio Bottas, Leclerc fantastico e fortunato, Norris show

Il finlandese ha vinto il primo dei due Gran Premi d’Austria al termine di una gara sempre in testa. Male il compagno di squadra, che sbaglia la manovra con Albon e viene penalizzato. Ferrari seconda e decima. Fantastica McLaren

Quanto ci sei mancata Formula 1. Le aspettative, dopo le qualifiche del sabato, sono state completamente ribaltate. Quella che ne è uscita fuori è una gara pazzesca, tirata fino alla bandiera a scacchi. Ripercorriamo le fasi salienti dell’Austrian GP, anche per stabilire top e flop di questo primo gran premio stagionale. Una cosa è cerca, domenica prossima, nel secondo appuntamento sul Red Bull Ring, ci saranno piloti che vorranno rifarsi.

Pronti, via ed è subito duello Leclerc-Perez per la sesta posizione e, se non fosse per Hamilton che deve inchiodare in curva tre, ci sarebbe una Ferrari davanti a una Racing Point da subito. Le due rosse, invece, devono guardarsi le spalle nelle fasi iniziali, con Ricciardo che insegue Vettel per la zona punti e Carlos Sainz aggressivo sul suo futuro compagno di squadra. Le Mercedes, con Verstappen in mezzo, scappano via, ma al 14esimo giro il primo colpo di scena dell’Austrian GP: ritiro per l’olandese. La causa è un problema tecnico sulla monoposto, che non riparte nemmeno dopo la sostituzione del volante ai box.

Al giro 29, prima Safety Car per un incidente capitato a Magnussen su Haas. Tutti i piloti rientrano per il cambio gomme. Si opta per le dure, tranne per Perez, che monta pneumatici medi. La gara riparte sulla falsariga di come si era interrotta, ma l’Austrian GP è ancora all’inizio dalle vere emozioni. Altro colpo di scena al giro 33. Sainz chiude Vettel in curva due e il tedesco, che ha frenato tardi, finisce in testacoda per evitare il contatto. Gara buttata dal ferrarista. Davanti Hamilton si fa minaccioso su Bottas. Le temperature delle vetture non fanno stare tranquilli il box Mercedes. L’inglese riceve l’ordine di prendere un po’ di spazio.

L’Austrian GP si avvia alle battute finali, ma ecco i veri colpi di scena. Giro 48, altra Safety Car a causa della rottura del motore della Williams di Russel. Macchina parcheggiata in curva 3 in posizione pericolosa. Rientrano molti piloti, tra cui Leclerc che monta gomme medie nuove. Le Mercedes proseguono. Appena ripartiti, Raikkonen perde la ruota anteriore destra, mal fissata. Altra Safety Car. Alla ripartenza accade l’imponderabile. Albon aveva superato Perez in terza posizione un istante prima che si entrasse in regime di Safety Car e aveva montato gomme soft. Al nuovo via, il pilota della Red Bull riesce a superare Hamilton all’esterno in curva 3, ma c’è contatto con la Mercedes. Risultato, Albon fuori, campione del mondo penalizzato di 5 secondi.

La Ferrari, che non ha problemi di temperatura, si accende improvvisamente, anche con un po’ di fortuna. Vettel raggiunge la zona punti, Leclerc supera Norris e Perez, a sua volta sopravanzato dalla McLaren. Il monegasco riesce a mantenersi sotto i 5 secondi da Hamilton e conquista la seconda piazza. Stessa cosa fa Norris che sale sul podio per la prima volta in carriera. Bottas vince l’Austrian GP, mentre Hamilton rimane fuori dalla top three. Male Williams e Haas e Red Bull. Sfortunati Ricciardo e Kvyat, fuori per problema tecnico e foratura rispettivamente.

Austrian GP: dominio Bottas, Leclerc fantastico e fortunato, Norris show
To Top