Circuito Austin 2021
F1 News: ultime notizie sulla Formula 1

Austin pronta a raddoppiare. Russell, entro la pausa estiva si decide il futuro

A causa del possibile forfait di alcuni Paesi (Giappone, Messico e Brasile su tutti) il circuito delle Americhe potrebbe ospitare due Gran Premi nel calendario attuale. Con Bottas sempre più lontano da Mercedes, il giovane pilota della Williams potrebbe approdare nella scuderia di Woking dal prossimo anno

Siamo tornati ufficialmente in race week. Questa settimana, dopo 14 giorni di attesa, si torna a correre in Formula 1, con il Gran Premio di Francia. Un appuntamento particolarmente sentito da Ocon e Alonso, che fanno parte della scuderia transalpina Alpine, che in casa vorrà dare il massimo. Ma sarà anche la gara nella quale capiremo se Mercedes riuscirà a riprendersi la leadership sia del mondiale piloti, con Hamilton pronto a giocarsela con Verstappen, che di quello costruttori. Al momento, però, Red Bull sembra avere qualcosa in più, per quanto da questo GP verranno monitorate ancora più attentamente le ali flessibili della casa austriaca. Ferrari cercherà, dal canto suo, di far vedere come possa essere competitiva anche su circuiti non cittadini. Nell’attesa, però, l’attenzione di Liberty Media si concentra su altri circuiti, come Austin.

La situazione pandemica legata al Coronavirus, infatti, sta migliorando in diverse parti del mondo, tanto che si tornerà a correre negli Stati Uniti, dopo l’assenza dello scorso anno. Ma ci sono alcuni Paesi nei quali la crisi sanitaria è ancora in corso. Questi, dunque, hanno già dichiarato, o lo stanno per fare, la propria volontà a rinunciare all’organizzazione dell’evento per il 2021. Una situazione che lascia dei buchi nel calendario. Ma il capo della F1, Stefano Domenicali, non vuole sentir parlare di accorciare la lista dei Gran Premi da corrersi quest’anno: ben 23. Per questo si stanno valutando soluzioni alternative, come quella dell’Austria, da applicare anche al di fuori dei confini europei, per esempio ad Austin.

Il forfait di Suzuka, ad esempio, potrebbe valere per il Circuito delle Americhe il raddoppio del proprio appuntamento. Austin, dunque, andrebbe a ospitare ben due GP nel 2021, cosa che a pensarci lo scorso anno sarebbe stata impossibile. Anche Messico e Brasile, però, sono a rischio. Oltre Austin, dunque, qualche altro circuito potrebbe essere richiamato per evitare di dover ridurre il numero di gare previste. Tra questi ci sono la Turchia, inizialmente eliminata dal calendario in essere, ma anche Mugello, Nurburgring e Bahrain. Quest’ultimo, come nell’edizione 2020, potrebbe tornare poco prima del gran finale, magari con il layout corto, dato che Sakhir ha già ospitato la gara quest’anno.

In attesa di capire, dunque, se Austin potrà davvero raddoppiare il proprio appuntamento, si sta per aprire un’estate bollente per quel che riguarda il mercato piloti. Specie per la situazione legata a Bottas, messo alla porta da Mercedes e quasi senza possibilità di rinnovo. A questo punto la scuderia di Woking potrebbe già entro la pausa estiva annunciare l’ingaggio per il 2022 di George Russell, che si aspetta di sapere qualcosa sul proprio futuro nei mesi di luglio e agosto. Ma che il team tedesco possa avere per il 2022 una coppia tutta britannica appare quantomai possibile.

Austin pronta a raddoppiare. Russell, entro la pausa estiva si decide il futuro
To Top