Vettel Aston Martin 2021
F1 News: ultime notizie sulla Formula 1

Aston Martin reclama per la squalifica di Vettel. Williams, licenziato Ticktum

La squadra di Lawrence Stroll non ci sta e chiede la revisione della decisione presa dalla direzione gara nei confronti proprio pilota dopo il Gran Premio di Ungheria. Il terzo driver del team inglese è stato allontanato a seguito di pesanti parole usate verso Latifi. Grazie Valentino!

Grazie Vale! Un inizio di articolo sulla Formula 1 insolito, ce ne rendiamo conto, ma un ringraziamento sentito a chi ha fatto la storia della MotoGP e che ieri ha annunciato il ritiro dalle corse su due ruote è più che doveroso. Tornando alla F1, la pausa estiva è appena iniziata, ma le polemiche a seguito del GP di Ungheria, vinto da Esteban Ocon, non si placano. Specialmente per l’incidente causato da Bottas, che in un colpo solo ha fatto fuori Perez e danneggiato la monoposto di Verstappen, e per la squalifica a sorpresa di Sebastian Vettel. Una decisione, quest’ultima, arrivata alcune ore dopo la fine dell’evento e presa dalla direzione gara per la mancanza del quantitativo minimo di carburante nel serbatoio nell’Aston Martin del tedesco.

Ebbene, la squadra britannica ha ufficialmente confermato l’intenzione di ricorrere in appello per la revisione della squalifica. Il tutto, sperando di riottenere un podio più che meritato da Vettel in Ungheria. Aston Martin avrebbe calcolato il quantitativo di carburante rimasto nella monoposto del proprio pilota. Dai rilievi, sembrerebbe che ci fossero ancora 1.74 litri, che basterebbero a scongiurare il pericolo di una squalifica. Tanto che Vettel ha parcheggiato la vettura in curva 12, arrivando a piedi ai box per il podio, proprio per evitare che ci potesse essere l’eventualità di una sanzione post gara, poi arrivata.

Aston Martin, inoltre, non ha fatto mancare la propria risposta a chi avesse pensato che la propria macchina potesse aver tratto vantaggio del fatto di essere più scarica in gara e per questo vuota a fine GP:

“Non c’è nulla che suggerisca che la monoposto abbia beneficiato di un vantaggio in termini di prestazioni a seguito della presunta violazione dei regolamenti o che sia stata deliberata”.

In attesa dell’esito del ricorso di Aston Martin, per molti difficilmente approvabile dalla FIA, arriva un terremoto in casa Williams. Il pilota di Formula 2, ma sotto contratto con la scuderia britannica, Dan Ticktum, è stato licenziato a causa di alcune offese proferite nei confronti di Nicholas Latifi. Quest’ultimo sarebbe stato apostrofato da Ticktum, nel corso di una diretta in streaming video su Twitch, come “una m…” e accusato di “aver pagato per entrare in Formula 1” nonostante l’età più avanzata rispetto al britannico. Una situazione che, per la sua gravità, non è passata inosservata al board di Williams che ha subito optato per la salvaguardia di Latifi e l’allontanamento definitivo di Ticktum.

Aston Martin reclama per la squalifica di Vettel. Williams, licenziato Ticktum
To Top