Aprilia
Senza categoria

Aprilia conferma i tre piloti, ma deve scegliere chi sarà il collaudatore

Il team di Noale è l’unico della MotoGP, insieme a Suzuki, a non cambiare il pacchetto di piloti a disposizione, ma deve scegliere chi affiancherà Aleix Espargarò nel mondiale 2021

Il Motomondiale 2020 è archiviato. Tutti i campionati si sono conclusi è hanno dato il proprio responso. In Moto 3 ha vinto Arenas per pochi punti su Tony Arbolino. In Moto 2 il titolo lo ha conquistato il nostro Enea Bastianini, mentre in MotoGP è stato Joan Mir a portarsi a casa la corona iridata. Mentre Ducati si è laureata campione del mondo tra i costruttori. Ora, però, è già tempo di guardare al 2021, quando si spera di poter affrontare un mondiale normale, sia a livello di date che di circuiti su cui poter correre. Insomma riaprendo le porte del circus a due ruote a tutto il mondo. Ma questi giorni sono importanti anche per capire come si comporteranno i diversi team. Sia a livello di sviluppo della moto sia per quel che riguarda la line-up della prossima stagione. Caso particolare è quello di Aprilia.

Come sappiamo, per il 2021 sono previsti diversi cambiamenti a livello di piloti. In Honda HCR, oltre al ritorno di Marc Marquez, arriverà Pol Espargarò, con Alex Marquez che passerà nel team satellite LCR a far coppia con Nakagami. Valentino Rossi si scambierà di moto con Fabio Quartararo, con l’italiano in Yamaha Petronas e il francese in Factory. Dovizioso e Petrucci lasceranno il posto a Miller e Bagnaia in Ducati ufficiale. Il Petrux andrà a fare compagnia a Lecuona in Tech 3, mentre in KTM salirà Miguel Oliveira accanto a Brad Binder. In Ducati Pramac, invece, spazio a Martin e Zarco. Il francese lascia il team Avintia, dove ci saranno due giovani italiani della Moto 2, campione e vicecampione del mondo 2020: Bastianini e Marini. Solo due team, invece, non cambieranno i propri piloti: Aprilia e Suzuki.

La casa giapponese, infatti, ha confermato Alex Rins e il campione del mondo in carica, Mir. A Noale, invece, sono stati costretti a fare di necessità virtù. I piani di Aprilia erano ben diversi, dato che ci si aspettava il rientro nel mondo delle corse di Andrea Iannone. Il pilota di Vasto, però, non solo non è stato assolto dall’accusa di doping, ma dovrà scontare addirittura non più 18 mesi di squalifica, bensì 4 anni. Una condanna pesante comminatagli dal TAS di Losanna qualche settimana fa. Alla luce di quanto accaduto, dunque, il team italiano ha dovuto prendere delle decisioni di conseguenza, per non farsi trovare impreparato alla prossima stagione.

Per questo motivo Aprilia ha confermato in toto il pacchetto di tre piloti a disposizione già nel mondiale 2020. Parliamo di Aleix Espargarò, Lorenzo Savadori e Bradley Smith. Dei tre, però, l’unico sicuro di poter correre nel campionato 2021 è lo spagnolo, che ha messo in pista prestazioni importanti quest’anno. Anche con qualche piazzamento oltre le aspettative della squadra italiana. Il dubbio, dunque, rimane tra Smith e Savadori. Uno dei due sarà il secondo pilota Aprilia, mentre l’altro dovrà svolgere il ruolo di collaudatore. Le riserve dovrebbero essere sciolte nei prossimi giorni, così da avere anche la line-up del team di Noale.

Aprilia conferma i tre piloti, ma deve scegliere chi sarà il collaudatore
To Top